lunedì 31 marzo 2014

L'industria del porno ha più valori del M5S

Questa notizia della pornostar neonazista che viene scaricata sia dai suoi camerati, "perché si è scopata un negro", sia dall'industria del porno, "perché è neonazista", ha dell'incredibile. Dico, ci pensate? L'industria del porno hard ha più valori del Movimento Cinque Stelle.

industria-porno-caccia-neonazista-m5s-grillo

Non è che io sia un bigotto e pensi che gli attori porno non abbiano valori, ma ho ragione di credere che tra i simpatizzanti del Movimento Cinque Stelle ci siano un sacco di bigotti. E che sia proprio il porno a fargli capire che non devi giudicare una persona dal colore della pelle o dalla nazionalità è bellissimo.

mercoledì 26 marzo 2014

Cosa succederà ora che Facebook ha acquistato Tua Madre™?

facebook-acquista-tua-madre-Oculus-whatsapp

É con immenso piacere che posso annunciare l'imminente acquisto per parte di Facebook di Tua Madre™.

Perché tutto ciò che facciamo su Facebook è incentrato su di voi: le personcine dentro al nostro, ma che dico nostro, vostro social. Per noi siete sempre rimasti piccoli.

In questo senso, e in tanti altri, siamo simili a Tua Madre™, ed è per questo che abbiamo deciso di acquistarla per unire le forze e procurare una "user experience" che ti faccia sentire come a casa propria.

Vogliamo sapere tutto di te e, dopo WhatsApp, chi meglio di Tua Madre™ per raccontarcelo?

Certo, le vostre preoccupazioni sono comprensibili ma noi vogliamo rassicurarvi che niente cambierà, e cercheremo di effettuare la transizione il più indolore possibile.

giovedì 20 marzo 2014

Whatsapp, Telegram e sul perché troviamo innovativo reinventare la ruota

whatsapp-telegram-innovazione-facebook-open-source
«La pubblicità non è solo un’interruzione dell’estetica, è un insulto alla vostra intelligenza e un’interruzione dei vostri pensieri. In ogni azienda che vende pubblicità, una porzione significativa del team ingegneristico trascorre la giornata perfezionando i sistemi di estrazione dati, scrivendo codici più accurati per raccogliere i vostri dati personali, aggiornando i server che contengono tutti i dati e verificando che tutto sia registrato, riunito, suddiviso, confezionato e spedito… Il risultato? Un banner pubblicitario leggermente diverso, più mirato, nei vostri browser o sugli schermi dei vostri cellulari.
Ricordate: quando si parla di pubblicità, il prodotto siete voi, gli utenti...»
Jan Koum, Fondatore e CEO di WhatsApp, 18 Giugno 2012.
Ironicamente 2 anni dopo Facebook acquista Whatsapp per 19 miliardi di dollari.

Spesso nel mondo tecnologico i prodotti popolari non sono sempre i migliori. Ho appena scritto una banalità e potrei fare l'esempio di Windows come sistema operativo più utilizzato al mondo, ma la norma è proprio questa e vale anche per qualunque programma, applicazione o dispositivo. Per capire i motivi dietro al successo di un prodotto tecnologico è importante ricordare che "famoso" non significa migliore. Quando si parla di tecnologia e innovazione si parla in fondo di questioni sociologiche.

Non lo dico per auto-esonerarmi del non aver studiato informatica. Ma il problema è che questo ambiente è permeato da tecnici, sviluppatori informatici o persone che semplicemente si occupano di tecnologia con la convinzione del tutto sbagliata — da collegare non a caso alla propria formazione accademica — che il successo o il fallimento di un prodotto tecnologico dipenda soltanto dal punto di vista tecnico e non sociale.

giovedì 13 marzo 2014

Buon NON compleanno Web

Era un lunedì. Dopo aver finito la scorta di metadone utilizzata per sopperire la mancanza delle puntate di Violetta che tanto ci piace guardare e cantare insieme nel pomeriggio, Altair_Ita e il sottoscritto rischiarono una grave malattia mentale collegandosi a Twitter e scoprendo che l’intero internet ha torto. Non è facile, sapete. Scoprire che tutti si stanno sbagliando in Rete provoca un senso di smarrimento, non sapere da dove iniziare, troppe persone da convincere e portare sulla retta via. Sì, l’utilizzo di internet come sinonimo di web è sbagliato1 e se ve ne siete resi conto siete già a buon punto. Ora dovremmo solo convincervi che il web non ha compiuto davvero 25 anni. E per farlo abbiamo scritto questo post a quattro mani:

mercoledì 26 febbraio 2014

Renzi il "parresiasta"

Renzi-parresia-satira-democrazia-cristiana-stafetta-dalemismo-critiche

Non appena ho sentito la parola "parresia" uscire dalle labbra di Matteo Renzi ho avuto quella sensazione che provi quando senti dire ad un politico "io non sarò premier senza elezioni" e il giorno dopo lo vedi salire al Quirinale per prendere la carica. Senza elezioni. Ecco, quando disse "parresia", due settimane fa, mi sono sentito così. Avevo intenzione di scriverci qualcosa al riguardo ma Christian Raimo è stato più veloce di me. Mi ha "fottuto" l'idea sì, ma l'ha scritto meglio di come avessi potuto fare io. Quindi Christian sei salvo, altrimenti pubblicavo un post con la tua faccia e il titolo "cosa ne pensate di questo qui?", lasciando il giudizio all'espressione webpopolare e cacciandoti da questo reality.

Parresia e Phronesis

Sostiene Umberto Galimberti che non è un caso se la cultura occidentale ha perso le tracce della parola parresia: