giovedì 30 settembre 2010

COICA: la fine di internet libero?

Saltellando per il Hufflintong Post - Coniglio è un vero british - ho trovato un testo davvero interessante intitolato Stop the Internet Blacklist, In cui si parla della legge: Combating Online Infringement and Counterfeits Act (la lotta contro le infrazioni e Falsificazioni Online) chiamata appunto COICA.

Sinceramente, io - Coniglio - me ne fotto di quel che succede in Stati Uniti, pensate che l'unico 11 di settembre che conta per me è quello cileno. Ma qui la questione è diversa, perché la COICA è un tantino preoccupante. La legge è stata introdotta una settimana fa e avrà un'udienza nel Comitato Giudiziario Giovedì 30 settembre, ovvero oggi.

Se verrà approvata - attenzione - questa legge permetterà al governo, sotto il commando dei media, di censurare Internet a piacere. Proprio come in Cina e Iran. MA - piccolo particolare, trattandosi degli USA - le conseguenze della censura potrebbero espandersi globalmente in tutto il Web e non soltanto negli Stati Uniti.

Se ad esempio Paypal e Google Adsense venissero obbligati a mettere in blacklist un sito, per esempio, p2p, allora questo sito non potrà avere pubblicità di Adsense e neppure ricevere donazioni da Paypal. Lo stesso vale per un blog che sia dedicato a promuovere "infrazioni" indicate in modo vago.

Se avete voglia e conoscete l'inglese potete leggere il testo originale (linkato in alto), altrimenti prendete quel che vi ho detto come un riassunto.
Edit: ringrazio Lelaman per i chiarimenti nei commenti.

Ehi ma dove sono le risate?!

eccole, io alla persona che ha ideato questa legge le farei questo:


Tornando seri, pensiamo all'Italia

Tenendo ben presente il governo che abbiamo, non mi sorprenderebbe che questa mossa politica possa venir presa come inspirazione dai dettrattori di Internet. E purtroppo la logica mi dice che questo potrebbe succedere in tanti paesi.

Le aziende che cercano di vendere saranno contente di eliminare i siti in cui si può scaricare gratuitamente. I governi d'altronde saranno entusiasti di poter controllare blogs e siti indipendenti, per cui farebbero tombola!

E anche se alcuni paesi non prenderanno spunto, le conseguenze si vedrebbero lo stesso. Pensate soltanto ai siti p2p più conosciuti e immaginate che vengano buttati giù. Rimossa la fonte, rimosso il problema a livello mondiale.

Che ne pensate?

Altre fonti:
Blacklist
Obama vows to preserve open Internet
govtrack.us

Edit 1/10/2010
Vista la massiva richiesta e i casini che ha generato, sembra che per adesso il progetto di legge sia stato accantonato.

21 commenti:

  1. aggiungo una fonte:
    http://blog.tntvillage.scambioetico.org/?p=6934&utm_source=feedburner&utm_medium=feed&utm_campaign=Feed%3A+BlogTNTVillage+%28TNTVillage+blog%29

    in Europa una porcata simile è stata bocciata, ma tanto torneranno all'attacco e troveranno il modo di propinarcela.

    RispondiElimina
  2. è un po' inquietate pensare che Stati Uniti possa bloccare youtube e quindi dovrebbe pagare tutto il mondo :/

    RispondiElimina
  3. se nello specifico muore youtube, nascerà un altro portale di video streaming.
    pazienza per tutto il materiale già uppato.

    la natura di internet è mutevole e si può imbrigliare fino ad un certo punto.
    la c1na ha chiuso facebook, ma la gente che vuole usarlo lo fa lo stesso.
    gli U$a non sono più i numeri uno, e questo è uno dei tanti patetici tentativi di mantenere la leadership del mondo.
    vedremo Obama che fa :)

    RispondiElimina
  4. comunque non riesco ad arrivare al link che hai postato, mi dice che non è ragiungibile

    RispondiElimina
  5. questo dovrebbe andare:
    http://blog.tntvillage.scambioetico.org/?p=6934

    RispondiElimina
  6. > Se verrà approvata - attenzione - questa legge permetterà al governo, sotto
    > il commando dei media, di censurare Internet a piacere. Proprio come in
    > Cina e Iran. MA - piccolo particolare, trattandosi degli USA - i siti che
    > decideranno di censurare potrebbero venire interamente rimossi dal Web e
    > non soltanto rimossi dagli Stati Uniti.

    Scusa Coniglio, ma non riesco a trovare il passaggio da cui lo deduci. Ho pure firmato la petizione, e, già che c'ero, seguito anche il collegamento per avere maggiori informazioni al riguardo. Due passaggi mi dicono, invece, che la tua deduzione non è corretta:

    > This bill would bypass that whole system by forcing Internet service
    > providers to block access to sites that are otherwise up. People in other
    > countries could still get to them, but Internet users in the US would be
    > blocked.

    > Currently the United States is the global hub of Internet traffic, but if
    > this law passes Internet traffic will be reconfigured to route around it.
    > Companies will move their US servers and domain names overseas, Internet
    > users will route their traffic through other countries (just like Chinese
    > citizens have to do now!), and software will have to be reconfigured to no
    > longer trust answers from American servers.

    Non avrebbe senso, infatti, che due liste nere statunitensi avrebbero l'effetto di chiudere siti a livello globale, siano essi il piccolo sito rompicoglioni del Coniglio, quello grande del rompicoglioni di Assange, o quello del colosso di turno. È un po' come la blacklist di Linux, all'avvio semplicemente non si connette ai servizi elencati. O, per fare un paragone più vicino a casa nostra, come The Pirate Bay, che non è più possibile raggiungere dall'Italia - se non con un semplicissimo proxy :P.

    RispondiElimina
  7. @lelamal
    Sinceramente avevo capito che rimuovendo il tutto dagli ISP l'effetto era quello di oscurare il sito alla base, quindi pensavo che se ad esempio oscuravano youtube questo andava oscurato globalmente visto che i server sono sicuramente là.

    Ti ringrazio per il chiarimento, ora cambio quella frase che in effetti comunica altro. Oddio, dici che sto diventando come Punto Informatico!?

    Comunque, credo che l'effetto delle blacklist sui siti che offrono servizi non sia da sottovalutare, sempre per quanto riguarda le conseguenze che può comportare mondialmente.

    Se ad esempio Paypal e Google Adsense sono obbligati a mettere in blacklist un sito, per esempio, p2p, allora questo sito non potrà avere pubblicità di Adsense e neppure ricevere donazioni da Paypal. Lo stesso vale per un blog che sia dedicato a fare o promuovere "infrazioni".

    RispondiElimina
  8. Heh, no, per quello ce ne vuole! No, dico solo che secondo me, se vorranno, la zappa sui piedi se la molleranno solo negli Stati Uniti. Ma questa è solo la mia lettura, magari non ho capito un cazzo! Piuttosto, mi preoccupa l'analisi dell'effetto emulazione che giustamente hai fatto alla fine del tuo post, che in paesi a forte tendenza dittatoriale - la triade Russia, Libia, Italia :) - potrebbe fare piangere anche noi. Ma io confido in Obama...

    RispondiElimina
  9. @lelamal

    si in effetti, anche se influenza solo Stati Uniti, la cosa creerebbe un precedente enorme. Una cosa è che capiti in Cina, allora la Carlucci non può neanche dire "ispiriamoci alla cina". Andrebbe in contro la dialettica del partitello dell'amore che sostiene tutti i cinesi comunisti e mangia-bambini. Un'altra cosa diversa è questo succeda negli USA. Credo che ad ispirarsi a "gli americani" sarebbero in tanti.

    Concordo con te, e dico: meno male che una legge del genere non è venuta nell'amministrazione bush!

    RispondiElimina
  10. Aggiornamento 1/10/2010:
    Vista la massiva richiesta e i casini che ha generato, sembra che per adesso il progetto di legge sia stato accantonato.

    RispondiElimina
  11. Normally for beneath $100 you can get an isometric training house gym>.


    Also visit my website: Personal Site

    RispondiElimina
  12. It is actually a lot easier than you might think, and
    on the conclude from the day, you will locate that it is simpler nevertheless with all the
    suitable resources.

    Look into my blog post - bowflex selecttech 552 adjustable dumbbells

    RispondiElimina
  13. This information will talk about some of the good reasons why we ought to all training
    session.

    Here is my blog - Recommended Site

    RispondiElimina
  14. This is often an exceptionally preferred mid-priced treadmill
    that includes a variety of exercise routine solutions.


    My blog ... weights and dumbbells for sale

    RispondiElimina
  15. Each and every serious coach is aware of you can get superior outcomes working with cost-free weights,
    but an increasing number of wellbeing clubs have
    fewer totally free weights and even more exercising devices.


    My web-site ... http://www.getfitnstrong.com/adjustable-dumbbells/dumbbells-sale-further/

    RispondiElimina
  16. The Bowflex Elite has Bowflex Elite has numerous
    features for anyone serious about utilizing a home fitness regimen.



    Review my blog post :: dumbbells for sale

    RispondiElimina
  17. She was referred to a ache management clinic, where rest exercises and massage have been prescribed.
    This simple core work out can assistance to improve your core stability and it's one of the most important core physical exercise to master.

    Here is my web site; Http://c4.4e.7aae.static.theplanet.com

    RispondiElimina
  18. Parents mustn't push the youngster hard; toddlers learn walking when they are ready. Once you log on to the internet, you may see a huge number of sites that may offer information for your requirements about pregnancy.

    Also visit my blog best rated baby swing (dubbagol.com)

    RispondiElimina
  19. Owned by Nautilus, Bowflex continues to be earning high-quality workouts products and solutions for more than 10 years.


    my page ... hex dumbbells cheap

    RispondiElimina
  20. It is enables you to pick out from the variety of weights
    for just about any make.

    Feel free to surf to my blog post: getfitnstrong.com

    RispondiElimina
  21. It is possible to also sum up your domestic chores and function at your fitness center within the same time.


    Here is my web site; Read More Listed here

    RispondiElimina

Caro troll. Se proprio devi trollare, fallo con stile: Niente insulti personali, niente giudizi sugli altri, niente ordini. La critica è bene accetta, la merda invece verrà moderata. E ricorda, non bestemmiare, fa come Coniglio: miscredi.