mercoledì 15 dicembre 2010

Il buonismo dell'Italia, o Pasolini aveva ragione

Torno a casa ora dall'università, è da due giorni che assisto a discussioni sulla sfiducia e sul da farsi in assemblee improvvisate e piene di pretese. Non importa se ce l'hanno messo in culo. Non importa se i nostri corsi, nel tempo, si sono ridotti e noi non siamo preparati come coloro che studiavano 6 anni fa. Non importa se ora potrebbero approvare la riforma Gelmini a breve. No, bisogna discutere se fare qualcosa di pacifico, se chiedere scusa per il disaggio provocato alla cittadinanza quando facciamo un corteo.

E allora, forse perché le mie sentenze tendono ad essere radicali, inizio a dirli che mi fotto del loro buonismo e della loro pretesa apolitica in una manifestazione che in realtà è schierata in partenza. Che una cosa è apolitico e un'altra è apartitico, e che è da incoerenti non voler vedere bandiere di un sindacato - un sindacato cazzo, non un partito - su una manifestazione, solo perché vogliono prendere le distanze. Quando in realtà, il camioncino, il megafono e tante altre cose gliele dà la CGIL.

Non sono italiano, insomma non sono nato in Italia, ma abito qui da un po', e mi interessa la politica in sé, per cui trovo che sia un bene interessarsi e partecipare un minimo nel posto in cui uno vive. Ma ieri proprio non ce la facevo a discutere con gente che non capisce, non capisce che a volte "quando il governo viola i diritti del popolo, l'insurrezione è per il popolo il più sacro dei diritti e il più indispensabile dei doveri". [ articolo 35 dichiarazione dei diritti dell'uomo e del cittadino].

E niente, dopo un po' mi allontano dall'assemblea perché devo studiare, perché se non fanno un cazzo e continuano a chiacchierare allora meglio che impieghi il mio tempo in cose più produttive. Intanto che assistiamo all'alba della terza Repubblica.

Aveva ragione Pasolini.

Non popolo arabo, non popolo balcanico, non popolo antico
ma nazione vivente, ma nazione europea:
e cosa sei? Terra di infanti, affamati, corrotti,
governanti impiegati di agrari, prefetti codini,
avvocatucci unti di brillantina e i piedi sporchi,
funzionari liberali carogne come gli zii bigotti,
una caserma, un seminario, una spiaggia libera, un casino!
Milioni di piccoli borghesi come milioni di porci
pascolano sospingendosi sotto gli illesi palazzotti,
tra case coloniali scrostate ormai come chiese.
Proprio perché tu sei esistita, ora non esisti,
proprio perché fosti cosciente, sei incosciente.
E solo perché sei cattolica, non puoi pensare
che il tuo male è tutto male: colpa di ogni male.
Sprofonda in questo tuo bel mare, libera il mondo.

Alla mia Nazione, Pier Paolo Pasolini, 1959

10 commenti:

  1. @picchiopc
    insomma ho scritto una cagata pazzesca! =O

    RispondiElimina
  2. @Santiago
    Hai scritto la tua opinione personale e oggettiva è questo quello che conta :D

    RispondiElimina
  3. aspe se è personale come fa a essere oggettiva?? XD

    non volendo giudicare se fanno bene o fanno male a protestare io dico solo che, visto come lo stanno facendo, per me fanno male a prescindere. Non sono capaci di protestare pacificatamente senza perdersi in mesi di chiacchiere futili.
    la settimana scorsa hanno organizzato un corteo che partiva dalla sede di ignegneria della sapienza; al posto di andare direttametne in strada sono imboccati in un aula fermando le lezioni, dovevano organizzarsi dicono loro, dovevano aizzare le folle dico io. Io stavo fuori dall'aula attendendo che finiva la lezione visto che io seguivo la successiva e mi sono trovato solamente gente che strillava i soliti coretti idioti; poi per "organizzarsi" hanno fatto i soliti discorsi per fomentare la gente e dopo 40 minuti (minchia che rapidità) sono usciti. Ma dico io che ci vuole a dire "pronti? andiamo". In maniera tranquilla

    poi vedere gente con scudi e bombe carta che va a protestare non so voi ma a me fa venire voglia di prendere il fucile a pompa e fare una strage.

    @coniglio
    scusa i toni accesi ma ti ho sfruttato come sfogo XD

    RispondiElimina
  4. Oddio, un fucile a pompa non ce l'ho, al massimo posso farti un'arma con i cd di Ubuntu, magari se li butto in testa alla gente fanno pure male. :D

    A parte gli scherzi, riguardo alla manifestazione a Roma bisogna saper distinguere.
    Una cosa sono gli studenti incazzati perché la polizia li piazza dei furgoni nelle vie di uscita in modo strategico, un'altra sono gli infiltrati che si erano portati le bombe carta, i black block, ed avevano le stesse scarpe della polizia, ho visto questa foto assurda che fa capire tante cose.

    Per quanto riguarda invece il passare all'azione sono pienamente d'accordo. La stessa identica cosa è successa alla mia università. Finita la proiezione della sfiducia erano tutti lì, nell'aula magna, che ci voleva appunto a dire, "pronti? andiamo"?

    Grazie picchio ;) comunque ha ragione Phoenix, mi sa che la mia è una oppinione personale e basta :D

    RispondiElimina
  5. sul discorso cattivi che si fingevano buoni per far cadere la colpa su di loro la cosa per me rimane sempre equivoca è una cosa che possono fare entrambe le parti il gettare fango è una delle cose più facili del mondo

    sul discorso cd di ubuntu ci sarebbe una catechesi da fare, ma a parte quello tu hai cd di ubuntu a casa? o my god!!!
    oppure li hai perchè segui la legge del "conoscere il nemico è la cosa più importante??" XD

    RispondiElimina
  6. intendevo oggettiva nel senso che è slegata da voci o correnti politiche :)

    RispondiElimina
  7. @Picchiopc
    Ah questo si, insomma imparziale, anzi ancora meglio "apartitico".

    @Phoenix,
    Beh una volta usavo Ubuntu e richiedevo i cd tassativamente... ... ... E va bene sì, cari fratelli, a casa ho dei cd di Ubuntu. Perché come una volta ha detto una nostra accolita:
    "Ubuntu è una distro serissima. Anzi secondo me parecchia gente anche qua nel forum installa debian,fedora&co solo per farsi fighetti e dire "eh ma ubuntu è per novellini!" (E qua è davvero generale il discorso,non mi riferisco a nessuno in particolare)
    (E poi magari non sanno farci nulla se non le solite cose)
    (E soprattutto hanno anche ubuntu da qualche parte ma non lo dicono!!!)
    "

    RispondiElimina
  8. Ebbene si, Pasolini aveva ragione.

    Purtroppo.

    RispondiElimina
  9. Fa piacere che ci siano ancora lettori di Pasolini in circolazione

    RispondiElimina

Caro troll. Se proprio devi trollare, fallo con stile: Niente insulti personali, niente giudizi sugli altri, niente ordini. La critica è bene accetta, la merda invece verrà moderata. E ricorda, non bestemmiare, fa come Coniglio: miscredi.