mercoledì 28 dicembre 2011

Enteroclismi

Ieri parlavo con un amico sui clisteri. Io non mi sono mai fatto uno, ma sembra che ci sia tutta una cultura nascosta in merito. Lo sapevate che anticamente ci si faceva il clistere al caffè? non sto scherzando. Lo facevano con caffè perché stimolava ancora di più la voglia di andare in bagno. Quello che ci chiedevamo però, era se il caffè doveva essere caldo o freddo. E tipo se il caffè è freddo allora lo voglio shakerato e col baileys.

A quel punto abbiamo avuto l'idea di un bar a base di cocktail nei clisteri. Una clisteleria. Tu prepari il cocktail e glielo versi dentro. Poi sta al cliente decidere come ingerire il preparato. Credo che nell'Italia odierna sarebbe un visiness da non sottovalutare. Infatti sarei tentato di brevettare tutto prima che lo faccia Apple.

giovedì 22 dicembre 2011

Ok, "è brutto dirlo", ma siamo tutti Flavia Weisghizzi

Post che tratta argomenti quali "GNU/Linux, Ubuntu, Canonical" insomma stanne alla larga.

Ognuno è libero di dire quel che vuole. A prescindere dalla sua posizione in società, carica, rango o ruolo che ricopre in una comunità. La libertà, però, comporta responsabilità. Ecco che infatti se io fossi rappresentante e portavoce del fan club di Twilight, non mi sognerei mai di dire in pubblico che Harry Potter è meglio. Anche se lo pensassi veramente. Perché quelli che rappresento si scaglierebbero contro di me dandomi del coglione o peggio ancora del venduto. E poi siamo sinceri, vuoi mettere i pettorali grossi e abbronzati di Jacobs contro il petto nudo e magro di Harry? maddai.

mercoledì 21 dicembre 2011

La repubblica che tieni nell'armadio, Berlusconi e il leone di Narnia

Certo trovo terribile che nei giorni in cui un fascista tesserato a CasaPound spara a due senegalesi, lui, che fino a pochi giorni fa era il presidente del consiglio, se ne esca con certe dichiarazioni:
«Sto leggendo in questi giorni le lettere di Benito Mussolini e Claretta Petacci. Aveva ragione quando diceva che non è difficile governare gli italiani ma è inutile  [...] Debbo dire che in quelle lettere mi ci ritrovo. Chi governa l'Italia non ha potere, può al massimo chiedere una cortesia, ma non può dare ordini»
Al di là del fatto che i diari del duce che sta leggendo sono finti, dicendo ciò vuole mettere in luce il suo appoggio, in tarda età, per il fascismo. Paragonandosi oltretutto a Mussolini. Già fatto l'anno scorso tra l'altro. Pietoso. 

Ma d'altronde, pensiamoci bene, cos'altro potevamo aspettarci? Che dicesse

lunedì 19 dicembre 2011

El ángel de la bicicleta #argentina #10añosatras

Argentina, dieci anni fa il ministro di economia per rete nazionale annunciava quel che in futuro sarebbe stato chiamato corralito. Qui in Italia il disastro è conosciuto per i bond argentini.

Dieci anni fa, a un caro prezzo mandavamo affanculo il FMI e parecchi politici corrotti e incapaci. Fernando De la Rúa, il presidente in carica a quei tempi fuggì in elicottero assieme ad altri funzionari, come il ministro di economia Domingo Cavallo.


domenica 18 dicembre 2011

E invece... (Strafalcione de IlPost su Software libero e Opensource)

Me lo segnala @silviogulizia su twitter.  Avevo letto la notizia già giorni fa, velocemente. E l'avevo riportata sulla pagina GPlus del blog, qui, come qualcosa di positivo.

Mea culpa, mi ero concentrato sul fatto in sé, ho detto "bene, hanno aggiunto software libero e non solo open source". Poi il resto lo lasciai perdere, tanto la differenza tra software libero e Open Source la sappiamo già. E invece...

lunedì 12 dicembre 2011

#torinoburning "la famiglia era ossessionata dalla verginità della ragazza"

Strani i rituali degli ultimi tempi. Secoli fa era normale offrire le vergini in sacrificio, ora invece la verginità la si rivuole indietro, e per riavverla il rituale consiste nel brucciare un campo Rom. Per alcuni se ne bruci abbastanza pure la moglie torna vergine.

lunedì 5 dicembre 2011

Twitter, o come (s)tuffarsi in questo mare

twitter-stampa-come-si-usa-vip

Me l'immagino sì, Vendola. Seduto nella sua cameretta, con il cuore a mille scrivendo questo tweet davanti al MacBook Air Pro con Linux Inside. Le dita effervescenti, lo sguardo veloce, si lecca le labbra e conclude: Eccomi! nichi

Pinne, occhiali, e un bel tuffo.

mercoledì 30 novembre 2011

In the meantime, Canonical...

Sarà mai possibile, mi chiedo, che mentre Canonical sostiene che serve un nuovo set di icone, crea l'ennesimo progetto con la u davanti, e rilascia interviste affermando stronzate giganti, la sua  interfaccia faccia così tanto cagare al punto tale che un manipolo di utenti - che conosco di persona e non sono dipendenti della Casa del Parroco - si debba mettere a fare una semplice applicazione per configurarla meglio?? Parlo di MyUnity.

Per giunta, nel frattempo viene fuori che Mint ha superato Ubuntu su Distrowatch. Sapete, è una di quelle cose che mi tormenta la sera. Mentre sono a letto, a pancia in su con gli occhi spalancati e lo sguardo verso l'alto mi tormento: Quale sarà la distro in pole position su DW? Non riesco a dormire. Immagino che il prossimo mese i lettori di omgubuntu si metteranno d'accordo e come forsennati cliccheranno F5 alla velocità con cui un fan di Fiorello si lancia per twittare merda con il hashtag #ilpiùgrandespettacolodopoilweekend.

La cosa tormenta anche il mio criceto, Tony Hamtaro. Glielo dissi ieri, pian pianino, con un po' di tatto. Reagì in questo modo.

lunedì 21 novembre 2011

#golpe sulla vicenda che ha fatto chiudere @palazzochigi

Non ridere, non piangere, sed intelligere - B. Spinoza
Il Popolo della rete non esiste. Se mai esiste il popolo nella rete. Sostanzialmente lo stesso che c'è nella vita reale, ma con una connessione ad internet.

La chiusura dell'account @palazzochigi lo dimostra. Mette in luce che il popolo è pieno di boccaloni. Perché ciò che divertiva di più non erano i tweet - quelli, se mai, presagivano le lacrime avvenire -, ma era proprio divertente ammirare quanti boccaloni ci fossero, tra di loro giornalisti e politici.

mercoledì 16 novembre 2011

Apple non si discute (i dogmi della mela)

Nonostante la nostra visione possa essere abbastanza critica, e per "nostra" intendo quella di chi - per citare McLuhan - non cade nel "narcisistico torpore" verso un prodotto e non è un feticista tecnologico, ai piani alti dell'informazione (riviste e giornali del settore) nessuno si sogna di mettere in discussione certi concetti. In primis quello della "qualità". E successivamente quello dell'innovazione. Sembra quasi che i due concetti elencati siano diventati i dogmi dell'azienda della Mela.

giovedì 10 novembre 2011

Wayland, l'ayahuasca e la fantainformatica

wayland-ubuntu-tablet-unity
Per capire questo post devi usare gnu/linux e fare uso anche di sostanze stupefacenti come l'ayahuasca. Io uso entrambi. Tutte le mattine. Una volta ho compilato un kernel mentre parlavo con un serpente piumato in mezzo ad una foresta amazzonica. Non so se dovresti continuare a leggere. 

Un anno fa, Don Shuttleworth disse che non potevano continuare a usare Xorg, ci voleva un'alternativa perché X "non fa quello che vogliamo che faccia", quindi in futuro "Ubuntu sarà basato su Wayland" (progetto alternativo a X prodotto da Nokia e Intel) che verrà anche usato da Meego.

mercoledì 9 novembre 2011

Finita la pacchia

Non appena la vidi, ebbi la sensazione che mi trovavo davanti ad un'opera d'arte. Tuttavia, se non fosse stato per Daniele Sensi e la ciurma che lo segue nella sua pagina di Facebook, non sarei riuscito a risalire all'autore. Ecco allora che la ritrovai nel mio libro di Storia dell'arte delle superiori.

lunedì 7 novembre 2011

#Twittofili o come Twitter somiglia a Facebook

"Dimmi cosa twitti e ti dirò chi sei"
Oscar Wilde ne L'importanza di chiavarsi Ernesto

twitter-differenze-facebook-twittofili

Con la precedente frase Oscar Wilde diventava una twittstar. E grazie al suddetto titolo si aggiudicava il diritto di postare frasi di 140 caratteri ogni due secondi. Nelle quali informava i suoi followers latitudine, longitudine e profondità dei suoi pensieri. Cosa mangiava e con chi scopava erano informazioni di pubblico dominio. Addirittura postava le foto delle sue tette per acchiappare followers. Lui poteva permetterselo. Noi no. Ma non ti offendere, ti chiedo solo di leggere fino in fondo.

mercoledì 2 novembre 2011

Apple e l'estetica dannunziana

apple-brevetto-unlook
Un gesto, gente.
Ha a che fare col linguaggio del corpo. È quando il corpo umano genera un determinato movimento, con un verso dato, compiendo una azione ben precisa.

L'azienda di Steve hungry, Steve follish non vuole che tu strisci il tuo sudicio dito per sbloccare il cellulare sullo schermo. A meno che tu non abbia un qualunque aggeggio di nome ridicolo che inizi con la lettera «i». Se hai un'iPhone, un iPod o un iPad va bene. Allora puoi farlo.

lunedì 24 ottobre 2011

I becchini di Facebook - Necrobook

Il seguente testo non è mio. Ho collaborato soltanto nell'ultima parte. Tutta la creatività e spontaneità la trovate sul topic di Banda della Bandana. Lo pubblico perché, non so voi, ma io non ne posso più di leggere tutto questo cordoglio sui social network.

I becchini di facebook sono quelli che scrivono post in cui si annuncia la morte di un personaggio famoso. Si dividono in tante categorie spesso differenziate da meri criteri cronologici.

facebook-morte-necrobook

domenica 23 ottobre 2011

#angolodiconiglio "mollare Ubuntu" e "Gnome: il DE dei palamilitari"

Lo so, ormai dovrei esserne abituato, e invece riuscite sempre a sorprendermi, massa di pervertiti senza speranza.

angolodiconiglio-gnome-mollare-ubuntu

Il fatto è che ora non solo mi basta sapere che trovate questo blog grazie alla vostra tendenza libidinosa, spinta dai costumi del tempo, che vi portano l'esotica voglia di sembrare un egiziano in calore per soddisfare vostra moglie, amante o ragazza. No. Ora, oltre a queste parole chiavi per la ricerca, io devo ricevere e rispondere le vostre mail, altrettanto malate. Tutto per colpa di un mio momento di debolezza in cui pensai di poter migliorare il mondo aprendo l'angolo di Coniglio.

giovedì 20 ottobre 2011

Scrivo e leggo anche altrove

Negli ultimi giorni ho scritto anche in questi luoghi virtuali:

Linux Sui Netbook: KDE più fluido - una guida per l'utente kde che non si accontenta, pensata sopratutto per i netbook, ma funzionante anche su qualunque pc. Questo blog ve lo consiglio perché oltre a me ci scrive gente con le contropalle se si tratta di ottimizzare e smanettare un po' con gnu/linux :)
Spin off della Tana: Un blogger cattivo e tante puttane - un post dedicato ai pollycoky arrabbiati, scritto per ribadire ancora un'altra volta che chiunque scrive quel che gli pare e che se non ti piace ciò che scrivo puoi cercare di screditarmi, ma per favore fallo con argomenti veri, ce ne sono ;)

E vorrei consigliarti queste letture interessanti che ho fatto :)

ScaricaBile: Bile N/1 – Non avrai altro Stato all’infuori di questo - sono tornati, quei cani randagi di Bile sono tornati. Un giornale satirico, gratuito e di ottima qualità, dategli una mano anche voi leggendoli, non ve ne pentirete ;) 
ci sono degli amici di spinoza.it! :D
Giovanna Cosenza: L’opposizione Violenti vs. Non Violenti non serve a capire il 15ott - la professoressa Cosenza si riallaccia al post dei Wu Ming e nei commenti trova una - tra le tante possibili e valide -  chiave di lettura di tutta la faccenda riguardante #erpellicia, e la manifestazione del #15ott

lunedì 17 ottobre 2011

Plata Quemada - #15ott

Cos'è svaligiare una banca rispetto al fondarne una?” 
- Bertolt Brecht

In giro ne sento di tutti i colori, c'è quello che esalta le sommosse successe in questi giorni ma poi dice che c'erano degli "infiltrati", c'è quello che condanna la violenza ma mesi fa applaudiva le rivolte in Egitto e chiedeva di farlo anche qui. Come se potessimo, tra l'altro, paragonare l'Italia all'Egitto. Poi ci sono gli indignati degli indignados, il colmo.

Un conto è essere una persona pacifica, un'altra pacifista. La violenza serve, se incannatala. Serve se usata per cacciare i governanti di un governo che non è democratico, serve per difendersi dai soprusi. Serve se si usa per uno scopo preciso, non per esprimere incazzatura a fin di sfogo.

Tutti parlano del senso di questa manifestazione. Io ancora non l'ho capito, non in pieno. C'è chi si ispira al cacerolazo successo in Argentina. Lo ritengo sbagliato, per i motivi che elencherò e perché in quel ocasione si protestava a causa di un fattore scatenante ben preciso. Come ho scritto sabato (Cogito ergo #15ott ; #indignati dovete conoscere il vostro manifesto) io sono del parere che questa manifestazione vada contro tutto il sistema capitalista, ed è per questo motivo che l'appoggio. Tuttavia il sistema in cui viviamo comprende i partiti che ne fanno parte, cosa che pochi hanno capito, meglio così, perché siamo in Europa e non appena lo capiranno non verranno a manifestare.

Argomenti a favore del #15ott citando l'Argentina ce ne sono a bizzeffe, ma si scordano che America Latina è un continente del terzo mondo. Non si può pretendere di manifestare contro il sistema capitalista mentre con una mano alzi la tua bandiera rossa e con l'altra twitti dal tuo iPhone, 500 euro, Apple Store. No. Non puoi. Neanche con il tuo HTC, Cristo.(*Edit chiarimento in fondo)

sabato 15 ottobre 2011

Cogito ergo #15ott ; #indignati dovete conoscere il vostro manifesto

manifestazione-15-ottobre-roma-eat-the-rich
Sostengo e appoggio in pieno la manifestazione del 15 Ottobre, ma non mi piace che ci si vada per esprimere soltanto una semplice rottura di coglioni. Come ha sintetizzato Fabio Chiusi in un tweet «Rispetto per chi protesta in tutto il mondo. Ricordando però che i numeri non rendono un pessimo argomento un buon argomento» io non solo vi rispetto ma vi appoggio, e ciononostante non posso negare che Chiusi abbia ragione, così come ha ragione Giovanna Cosenza quando ti illustra le dieci cose da ricordare quando si scende in piazza.

Purtroppo non posso essere a Roma oggi, ma visto che sono a casa cercherò di spiegare perché sono d'accordo con il #15ott. Dovete sapere che mi trovo in una posizione combattuta, appoggio la manifestazione per un motivo - mi rendo conto - estremamente personale, e disapprovo chi manifesta per un motivo qualunquista.

Sarà che sono nato in Argentina ed ero in Buenos Aires quando è successo il casino dei bond, quando siamo usciti in strada con le pentole e il presidente assieme al ministro di economia sono fuggiti in elicottero, sarà che in quel periodo ho vissuto situazioni parecchio assurde come quando andavi in supermercato, arrivavi alla cassa e i prezzi erano cambiati, sarà per questo che io dell'attuale situazione ancora non mi sono tanto rotto le scatole, perché so che può finire molto, ma molto peggio.

giovedì 13 ottobre 2011

È il giorno!

Gente! è uscita Ubuntu 11.10 Orangotango Onanista!!

ubuntu-11.10-oneiric-ocelot-unity

Chi l'avrebbe mai detto che un tempo quest'umile uomo che fece la sua fortuna dal basso vendendo ABHancers...

lunedì 10 ottobre 2011

Veltroni e l'ipocrisia nella morte

Credo che non ci sia bisogno di dire che se domani io morissi, apprezzerei infinitamente di più che diciate «anche se è morto, Coniglio era (un po'/molto/tanto) stronzo, sono contento» ad un pianto "doveroso" o, se proprio ci tenete, vanno bene entrambe le cose.

giovedì 6 ottobre 2011

RIP Steve Jobs (discorso controverso) ;)

rip-steve-jobs-apple-capitalism
Sì sapeva che sarebbe morto, purtroppo ancora non c'è una cura per il cancro, men che meno per quello che attacca al pancreas (uno dei più tosti). Sì sapeva perché aveva lasciato la sua carica e l'aveva lasciato intendere fra le righe. Ora è successo.

Se sia o non sia stato un genio, un innovatore, un uomo di straordinaria saggezza lascio ai posteri il verdetto. Credo che tutto ciò sia discutibile.

Indubbiamente Jobs è stato una persona intelligente, visionario e se dobbiamo definirlo “genio” allora mi sento di dire che egli è stato un genio del marketing.

Perché se esiste un posto in cui Jobs ha innovato indiscutibilmente, quello non è nel software, nella tecnologia o nell'informatica. La sfera in cui Apple è riuscita ad innovare è stata la sfera del Marketing, sul mercato tecnologico.


lunedì 3 ottobre 2011

Quando c'era Orwell i maiali ti spiavano di rado

facebook-timeline-identità-digitale
Se usi Google come una persona normale è probabile che tu abbia il tuo vero nome sull'account di posta, se poi non ti limiti ad usare soltanto Gmail allora probabilmente hai le tue foto su Picasa. E a questo aggiungi il fatto che forse sei entrato - o entrerai - su GooglePlus. Allora è fatta: Google sa il tuo vero nome e cognome, in base alle tue mail (che controlla con dei programmi) sa anche quando stai per laurearti, per andare in vacanze e per sposarti. Conosce pure i tuoi maggiori interessi, per non parlare delle cose che cerchi. Trovi conferma di tutto ciò dalle pubblicità che compaiono sui siti dove navighi.

Poco fa mi sono comprato un netbook, giorni dopo averlo acquistato le pubblicità non riguardavano più i laptop, ma le custodie. Non so se rendo l'idea.

sabato 1 ottobre 2011

Io credo nel «don't be evil»© di Google, davvero

google-dont-be-evil
Sì, sono convinto che Google non venda i nostri dati a terze parti. Non ne ha bisogno, e ve lo dimostrerò.

Riallacciandoci al discorso del post di pochi giorni fa (il morbo di Facebook), vorrei porre l'attenzione su Google e sul suo motto "Don't Be Evil". Quello che state per leggere è un appunto sparso che ho scritto per chiarire la differenza tra il modo in cui i nostri dati vengono trattati da Facebook e da Google.

Sapete, "Don't be Evil" è un motto controverso, che fa discutere. Poiché dovete sapere che sul Web le persone si distinguono in due gruppi, da una parte quelli paranoici che portano un capello ornato fatto di carta stagnola in testa, gente pronta ad urlare "stanno cospirando!!" per qualunque cosa; e poi ci sono quelli a cui non frega un cazzo. Fino a pochi giorni fa appartenevo ai primi, ora ho semplicemente tolto la carta stagnola. Per non dare nell'occhio.

venerdì 30 settembre 2011

La differenza tra comprendere e giustificare, o come Ubuntu ti prende per il culo

ubuntu-one-windows
È appena uscito Ubuntu One for Windows. Stando a fonti più autorevoli di me, ossblog sostiene che «Gli sviluppatori hanno sentito il bisogno di giustificarsi per la realizzazione di un client su Window» facendo giustamente notare che «Ubuntu One "ha deciso di essere multi-piattaforma" al punto da ignorare proprio le altre distribuzioni di Linux»

È questa una giustificazione legittima?

mercoledì 28 settembre 2011

Il Morbo di Facebook

facebook-timeline-nuovo-analisi
Chiariamo subito, non voglio farvi il solito discorso sulla "privacy" - che abbiamo già affrontato e resta tale -, sin dagli inizi Facebook è cambiato e ora che inizia a copiare il meglio di Google +, si può avere il controllo e decidere con chi condividere* i contenuti. Sempre sul articolo su G+ (cliccate il link sopra) abbiamo parlato del rischio che corrono i nostri dati, sia perché Facebook o Google possono venderli a terzi per studi di marketing, sia perché scrivendo il nostro vero nome tendiamo a schedarci da soli. E questo ultimo punto merita un articolo a parte.

Ho sempre trovato che il tasto "mi piace" fosse un segno di estrema pigrizia. Vale a dire, quel che ho visto o letto mi è piaciuto, ma anziché lasciare un commento clicco solo su mi piace. Ci si sforza di meno, si guadagna "tempo". La stessa dinamica del +1 di Google (anche se qui serve di aiuto ad indicizzare i siti sul motore di ricerca). Il punto è: finché sono io a decidere cosa condividere è un conto, diverso è non poter scegliere più, cosa che sembra capiterà in futuro.

domenica 25 settembre 2011

Apre l'angolo di Coniglio

consultorio-coniglio-angolo-domande
Ne parlavo circa un mese fa. Ora è realtà. Ebbene, miei cari cazzoni, habemus consultorio psicologico.

Un posto dove un cazzone come me, con l'aiuto (forse) dei cari miscredenti della Tana, cercherà di rispondere alle vostre inquietudini quotidiane.

Cos'è meglio, KDE o le torte della nonna? vuoi che faccia un post su tuo amico che sa fare le pernacchie col culo? No. Scordatelo.

Dicevamo. Siccome vorrei coinvolgere di più i lettori. 


Mi piacerebbe che mi contattaste per qualche consiglio, per proporre un argomento (provaci, probabilmente non mi fregherà un cazzo, ma tenta almeno) o per mandarci tutti a cagare.

Ecco a voi



lunedì 19 settembre 2011

Cercano qualcosa da fare

Età media 19 e passa, ma c'è pure qualcuno più grande con la sindrome di Peter Pan. Gente che si sveglia presto, parte alle due del mattino e fa la fila dalle 16 del pomeriggio per essere primi il giorno dopo. Avrei pieno rispetto per queste persone - a cui un lavoro darebbe dignità alla loro esistenza - se non fosse che fanno la fila per l'Apple Store.
«chi me l'ha fatto fare? eeh  la forza cioè.. la forza di volontà... cioè, perché, è un'esperienza da fare, l'inaugurazione di un Apple Store è un'esperienza assolutamente da fare» - Alex, 18 anni, chi sono i suoi genitori mi è ignoto, ma poverini.
bologna-apple-store-fanatici

giovedì 15 settembre 2011

Passa a Windows 7

Ammira come puoi modificare il desktop con semplici programmi.
È Seven, non scherzo.

sabato 10 settembre 2011

E ora tutto mi è chiaro

Ho sentito Junk of the Heart alla radio. Una canzone con una melodia piacevole ed a tratti malinconica, che torna indietro negli anni pur essendo uscita di recente. Uno stile che avevo già sentito, roba che mentre la stai ascoltando spalanchi gli occhi e ti chiedi: "Ma non sarà Julian Casablancas quello che canta??". No, ho scoperto che erano i Kooks, ed improvvisamente tutto mi è stato chiaro.

mercoledì 7 settembre 2011

Senza Parole (chiave)

parole-chiave-google-ricerca-pervertiti

Sto valutando seriamente la possibilità di aprire un consultorio psicologico. Questo blog è punto di aggregazione di menti e persone malate, qualcuno dovrà pur aiutarle.

domenica 4 settembre 2011

Chiamatelo Free Software Day

linux-day-italia-dove
Sta arrivando il Linux Day. Come ogni anno mi toccano sentire sempre gli stessi discorsi. E invece giorni fa parlavo con i ragazzi di Frande - a proposito, vi consiglio di seguirli - e da Nedanfor è venuta fuori una soluzione interessante. Perché non chiamarlo Free Software Day e buona notte?

Scommetto che nei LUG le diatribe siano più di una. C'è chi inizia a discutere sul perché non chiamarlo Gnu/linux Day. In questo caso abbiamo 3 posizioni diverse:

sabato 3 settembre 2011

Un Tumblr Pazzesco

Mi sono fatto Tumblr. Ora scommetto che anche voi vi starete domandando quel che mi sono chiesto anch'io: che cazzo è Tumblr?

Quando sono in preda ad una qualche domanda mistica, o semplicemente sono troppo sballato al punto di non capirci un cazzo, vado in un posto speciale, un posto in cui ogni domanda viene risposta: la bacheca facebook di Rocco Siffredi. E fu così che ricercai ed imparai cos'è Tumblr (se con questa immagine non lo capite lo spiego più avanti):

tumblr-demotivational-nonsense

domenica 28 agosto 2011

Insulti all'intelligenza

formigoni-meeting-CL-manovra
Sino a ieri ero convinto che Formigoni fosse uno scilipoti qualunque. Cos'è uno scilipoti? è una persona talmente intelligente da far sapere a tutti che è stata corrotta, uno che dopo aver abbandonato l'IDV, i giorni prima di votare la sfiducia, all'improvviso cambia idea e vota a favore di Berlusconi senza neanche arrampicarsi sugli specchi, uno che per togliere ogni sospetto paga degli immigrati perché vadano in giro con dei cartelloni che lodano la sua scelta (poi la polizia li ferma e loro ammettono che sono stati pagati da Scilipoti). Tutti siamo un po' scilipoti nella vita, ma pensavo Formigoni lo fosse di più.

giovedì 25 agosto 2011

Chiamatelo Rigoberto

gimp-cambio-nome-omgubuntu
Ma voi, avete mai conosciuto una persona che si fosse rifiutata di usare un programma - non so, mettiamo: GIMP - perché non gli piaceva il nome? Se sì, per favore, mandatela affanculo da parte mia.

Sapevo che la mediocrità, dalle parti di OMG Ubuntu, era la norma. Ma non fino al punto di  fare eco ad una proposta imbecille come quella di "cambiare nome a GIMP?" perché "il vero problema è il nome".


Una logica idiota e guidata dalle apparenze. Probabilmente vincente, se si punta alla quantità anziché alla qualità.

venerdì 19 agosto 2011

Bersani e il suo Spam

Sul blog di Giovanna Cosenza, apprendo che in due anni il PD ha invitato soltanto due mail ai suoi iscritti. Sapevo che il PD fa schifo a livello comunicativo, a livello politico secondo me non esiste neppure, però non pensavo lo facesse così tanto.

Quest'ultima mail merita decisamente un commento ed una risata approfondita. La prima mail la trovate sul post di Giovanna, mi limito a commentare e mettere la seconda, quella di cui parleremo.

giovedì 18 agosto 2011

Il "Capitalismo 2.0", Un Buco nel Modello Open?

Piccola, ma importante premessa: Il seguente è un articolo molto nerd, lungo e insomma, vi consiglio di starvene alla larga, parla di economia cercando di non andare sul tecnico, parla di etica cercando di non tediare, e non è detto che ci riesca. Grazie.

business-open-source-modello-google
Il capitalismo è un sistema che si evolve col passo degli anni, si è addirittura arricchito dalle critiche che fece Marx a suo tempo e, come sostiene Eduardo Galeano, «supererà le catastrofi che scatena, e vivrà più di sette vite». Ecco perché sono convinto che il futuro "capitalismo 2.0" - applicato alla tecnologia, internet, ecc - sfrutterà (lo fa già) le idee alla base dell'open source e del FLOSS.

Ma ciononostante, non credo che questo possa cambiare la società o farla diventare "migliore", perché il principio base sarà sempre lo stesso: il guadagno di capitale avviene a spese dell'altro, con la conseguenza che se uno è molto ricco, l'altro è molto povero, creando così il solito divario di ricchezza. Classe agiata e classe povera. Padrone e Operaio.

Marx dell'informatica?

lunedì 15 agosto 2011

Ground Control to Major Mark

canonical-isola-isle-man
Fatemi capire. Io sono ricco sfondo, ho tanti soldi che potrei viaggiare nello spazio, così per sfizio. Insomma un bel giorno mi dico: "cazzo però, voglio fare del bene al mondo. Voglio portare luce, armonia e benefattorismo alla gente... farò una distro linux!!"

Sì, dai il ragionamento fila liscio (?). Soltanto che per fare tutto ciò istituisco una società in alcune isole che il governo inglese se le caga di striscio, così non pago le tasse. Se non mi lasciavano stabilire la mia società nelle isole - Man, si chiamano -, me ne andavo a sud dritto a San Marino, che dicono sia un bel posto dove si pagano poche tasse.

lunedì 8 agosto 2011

[microspost nerd] A qualcosa serve

Devo ammettere, però, che qualcosa di buono Ubuntu la fa:

ubuntu-gparted-archlinux

giovedì 4 agosto 2011

Android sei una Troia!

android-linux-proprietario-closed
Tanti bei discorsi, tanti elogi, tanti complimenti a Re Google che decise di fare un regalo a tutti i nerd "donando Linux nelle tasche di tutti". E tanti bloggers che si fanno i pompini a vicenda esultando e festeggiando la sconfitta degli Argivi della Microsoft! perché ora con Android la gente ha linux nelle tasche e quei Danai di Apple perdono territorio...

Quello che non sanno è che i Danai e gli Argivi sono sempre degli Achei, e tra gli Achei informatici esiste uno molto furbo e saggio: Re "Ulisse" Google, che un giorno ebbe l'idea di fare una Troia cavalla, proprio attraente, et donatali agli nerds del FLOSS essi, non resosi conto di quel che li aspettava, accettarono il dono, perdendo la loro causa.

giovedì 28 luglio 2011

Buon compleanno

Sì! Questo blog compie un anno. Senza fronzoli, partiamo con i festeggiamenti:


E ora che avete ballato con il prof Testo, Danilo Valla (linguista e traduttore della Bibbia)

mercoledì 20 luglio 2011

Spider Truman e gli esaltati della rete

spider-truman-casta-montecitorio
Io penso che questi fanatici di poltrona, questi pseudoportatori - poverini sono davvero convinti - di democrazia 2.0, gli accoliti del "popolo viola", gli internet per la pace, i "Beppe Grillo è il mio dio", hanno semplicemente scartavetrato le palle. Visto che se la prendono così tanto (stando seduti) bisognerebbe deriderli fino allo sfinimento, essere dissacranti verso i loro "dei" finché la milza non li scoppi via e sputino la bile dai pori.

- coniglio così non va bene eh... -
- dici che ho esagerato? -
- eh sì cazzo, qua la gente scappa via, ma cos'è sta rabbia? cosa sono queste immagini? la milza poi... -
- sì, in effetti.. -
- dai riprova. Fai, chennesò un climax, parti piano, tranquillo, poi fammi ridere che c'ho voglia di ridere porca puttana! se avevo voglia mi scoppiassi la milza andavo sul blog di Beppe Grillo!!!... ahia.. -

Ricominciamo.

mercoledì 13 luglio 2011

Il McLuhan Padano

Secondo Renzo Bossi i «nuovi media» - è così che chiama Facebook, Twitter, Google Plus (social network) - possono essere l'occasione per tornare alle culture locali, poiché permetterebbero l'evoluzione della televisione. Ovvero: il mondo globalizzato ha fatto sì che la televisione, lungo gli anni, si fosse «avvicinata al globale, ma allontanata dal locale»,  ed invece grazie ad Internet le televisioni e i media torneranno al locale.

Ovviamente, queste non sono l'esatte parole di Renzo Bossi. Il McLuhan Padano.

Perché tra l'altro stava leggendo e si nota. Bel video:

giovedì 7 luglio 2011

Fasci di Movimento

beppe-grillo-analisi-critica-M5SI suoi metodi ricordano metodi del passato, legati alla figura di un leader, al mito in politica: "Lui, Beppe Grillo, il comico che per un sentimento patriotico e voglia di cambiare sceglie di smettere di ridere e buttarsi in politica". 

Satiro che da un giorno all'altro fonda un partito - ah, scusate "movimento" - allo scopo di "realizzare un efficiente ed efficace scambio di opinioni e confronto democratico..." ma che si sottrae, a priori, a qualunque dibattito con altri avversari, argomentando che "tanto sono morti, sono tutti uguali".

Figura carismatica che si dichiara a favore del FLOSS e della condivisione della conoscenza, eppure nel articolo 3 del suo "non-statuto", anziché rilasciare il simbolo del partito con licenza GPL, mette in chiaro che "Il nome del Movimento 5 Stelle viene abbinato ad un contrassegno registrato a nome di Beppe Grillo, unico titolare dei diritti d'uso dello stesso".

C'è qualcosa di geniale in Grillo però, seguitemi.

venerdì 1 luglio 2011

+ Google per tutti (recensione psicopatica di Google Plus)

recensione-google plus-circles-google+
Adesso ti spiego che cazzo è Google+, ma facciamolo in modo ordinato e caotico. Il discorso sarà articolato in tre parti: prima una premessa sulla "privacy" da tenere a mente, poi faremmo un paragone tra Facebook, Twitter e il mio gatto, e per ultimo vedremo le novità che apporta Google+ al panorama dei social network e perché, secondo me, ha una gestione migliore della privacy.


Premessa: il concetto di Privacy è stato superato?

lunedì 27 giugno 2011

Ubuntu, ti spiego io come si fa

ubuntu-diffusione-unity-politica-canonical
- Coniglio, da quanto è che non fai un post su Ubuntu? -
- Da tanto cazzo, da tanto... (ma sai, stavo bene così eh) -

Oggi voglio fare il bastian contrario di me stesso. Voglio mettere in discussione quel che ho detto finora - e penso ancora - sulla diffusione di GNU/Linux: Mettiamo che io voglia diffondere linux anche in ogni casa, in ogni computer, e perfino sotto la lettiera del tuo gatto. Che è un po' quel che vuole fare Canonical, ma ci riesce ancora poco.

A voi il mio metodo personale, prendetelo come una critica costruttiva a qualunque azienda che voglia diffondere linux:

Vuoi portare il software libero ovunque?
Ecco la via del Coniglio:


venerdì 24 giugno 2011

Maturando una fava

esame-di-maturità-ridicolo
Ricordo ancora, quella giornata di 3/4 anni fa, in cui mi sono alzato, non ho fatto colazione (perché di prima mattina ho lo stomaco chiuso) e mi sono avviato per fare il secondo esame di maturità, la seconda prova: matematica.

Ricordo pure che non essendo un asso - in realtà sì, me la cavavo bene, ma ho odiato matematica in quinta - mi ero preparato dei bigliettini stupendi: quadretti di foglio in bianco. Sì, in bianco, perché così potevo passarli d'avanti o dietro ai miei compagni e mi tornavano riempiti di gioia, disegni e risposte ai quesiti.

Esame di matematica

Mi trovo davanti un foglio che chiede di trovare le ascisse, le coordinate, le paratattiche e qualche eufemismo in due formule banalissime, ma proprio banali, erano qualcosa tipo: x2 = y - 1 e un'altra funzione facile. (esercizio che comprende metà dell'esame)

Ed eccomi lì, a dover ripetere il fatidico procedimento dell'analisi di funzione per trovare quali erano le aspetta! ma l'equazione è una cagata! e cosa ha sempre detto la prof? "dovete trovare il modo più facile e semplice di risolvere gli esercizi, ragazzi attenetevi al quesito ed alla premessa dell'esercizio." In altre parole KISS!

lunedì 20 giugno 2011

Il Luogo è il Messaggio

McLuhan-comunicazione-luogo-messaggio-blog
Nel 1964 Marshall McLuhan – di cui abbiamo già parlato nel post su Apple e la sua magia – portò avanti una teoria rivoluzionaria, disse che nella società di massa “il medium è il messaggio” cambiando così il modo di vedere e analizzare televisione, radio e giornali.

Cosa significa “il medium è il messaggio”?

Interpretazione personale: Ancora oggi, l'atto di comunicare è retto - trova modo di rispecchiarsi – nella teoria della comunicazione linguistica di Roman Jacobson. La quale, in parole povere, si riasume  così: per comunicare c'è bisogno di un mittente che invii un messaggio ad un destinatario.

Lo stesso vale, in parte, per i mezzi di comunicazione di massa. Prendiamo per esempio la Tv e la Radio, troviamo la stessa catena:

Emittente → mezzo → messaggio

Emittente televisiva o radiofonica che utilizza un mezzo o un canale (onde, cavi, televisione), ed invia un messaggio.

Cosa succede però quando questi mezzi iniziano a modificare il comportamento della popolazione?

domenica 12 giugno 2011

Io immagino già la faccia di Belpietro

Appena tornato dal seggio, con un sorriso sulle labbra mi sono detto "dai che forse ce la facciamo!" e ho immaginato la faccia di Belpietro e quei giornalisti servi per partito preso al vedere che forse si raggiunge il quorum.

Mi sono ricordato della copertina di Libero, quella di un paio di settimane fa per le elezioni a Milano. Se non l'avevate vista eccola, è davvero ridicola.

Dunque, riusciamo a prevedere la nuova home page di Libero? attenti perché è uno spoiler e potete accusarmi di aver gufato.

venerdì 10 giugno 2011

Antifrastica

Fukushima: la Tepco conferma la fusione del nocciolo in 3 reattori. Si sapeva dall'inizio, ma non ce l'hanno detto subito perché il nucleare, oltre a essere sicuro, viene anche gestito in maniera trasparente. Trasparente come l'acqua, che è un bene comune, e come tale dovrebbe venire privatizzata poiché un bicchiere d'acqua non lo si nega a nessuno, diceva Gesù parlando degli imprenditori. Imprenditori come Berlusconi, che hanno talmente tante cose da fare da esser legittimati a mancare alle udienze perché se tutti gli italiani sono uguali, alcuni sono più uguali degli altri. Se condividi queste righe, non andare al referendum, vai al mare.

- Campagna di coscientizzazione sull'essere italiani oggi.


Co-autore Franco Sardo (demerzelev) :)
Si ringrazia Angela Dispenza (@syrys85) per aver badato alla forma. :)


domenica 5 giugno 2011

Pervertiti Recidivi

google-parole-chiave-anonimoconiglio

Questo blog è volgare, lo sapevate già, ma bisogna ribadirlo e mettere in evidenza che esso è frequentato da pervertiti recidivi, i quali evidentemente tornano in questa tana ad ogni nuova perversione. Aiutati da Google, ovviamente. Vi illustro la dinamica.

lunedì 30 maggio 2011

Nel Forum Che Vorrei... non censurano

Proviamo a fare un gioco? Dedicato al mio amico Andrea500 (ha quel nick perché ha una fiat 500 e si compiace)


Mettiamo che io sia gestore di un forum di comunità gay. Ecco, nel forum siamo tutti accomunati dall'amore fraterno e ci piace condividere le iniziative, gli eventi, le cose che ci interessano e che ci riguardano. Cose che hanno a che fare con noi. Informazioni utili, e così via.

sabato 28 maggio 2011

Spinoza! oh coniglio, tiriamocela di meno...

Sì, questo breve post è fatto con vanagloria, e il suo scopo è accrescere l'ego di colui che gestisce questo blog, ossia quello che scrive ora, ovvero io.

Perché? perché è appena uscito un libro di storia, di quelli che ti fanno ricordare i fatti successi e che, sicuramente, vi eravate scordati. Ma lo fa in modo divertente, riflessivo e cattivo insomma, satiricamente.

Il libro è il secondo volume di Spinoza. (blog satirico) E vi consiglio di leggerlo perché - a parte che fa ridere - è un bell'esercizio di memoria.

Il motivo per cui me la tiro - in realtà sono solo contento - è che se cercate tra le centinaia di autori vari, troverete un certo Santiago :)

Buona satira!

domenica 22 maggio 2011

Ci sei? Ce la fai? Sei connesso?

Innanzitutto, ho scritto una premessa, ma poi l'ho spostata alla fine, quindi la trovate in fondo :) Buona lettura!

- Hai visto di Wired? che ne pensi? -
- No, cosa? -
- Hanno fatto un post su Ubuntu, il creatore di Sabayon si è scagliato contro -

(Qualche minuto dopo averlo letto)

mercoledì 4 maggio 2011

Sul futuro di Ubuntu e le mie seghe

ubuntu-unity-futuro
Voglio dire, insomma, pensateci bene: a farsi le seghe uno ci prende la mano, ma stare con una donna è tutta un'altra cosa.

Unity e tutta la pappardella della Casa del Parroco non fanno altro che indurre - attenti a questa parola - assuefazione. Sì proprio come un bambino che scopre un sito porno e inizia a frequentarlo spesso, finché pam pam pam sporca il monitor rimanendone assuefatto, e ci ritorna dopo mezzora e qualche scottex.

sabato 30 aprile 2011

È una idea così malsana?

Non lo so, ditemi voi. Eccola:
La giustizia si occupa di far rispettare la legge, ma ciò non implica che le leggi siano giuste.
Sono sicuro che l'ho assimilata molto tempo fa, probabilmente leggendo Savater, ma quello che vorrei fare oggi con voi è riflettere su altre idee che questa frase mi spinge a pensare.

lunedì 25 aprile 2011

Bossi è un genio del marketing, o perché La Lega ha consenso

lega-bossi-marketing
Una volta Steve Jobs disse che lui non vendeva computer, lui soddisfava desideri. È uno slogan geniale, e anche vero. In realtà bisogna pure aggiungere che per soddisfare un desidero prima ci deve essere la necessità da parte dell'utente. Chi crea questo bisogno? Apple. Ma di questo ne abbiamo già discusso in precedenza.


Cosa c'entra La Lega Nord in tutto questo? Dal mio punto di vista, e non sono da solo, Bossi - nella sua incapacità e modi idioti di agire - ha ben presente il suddetto concetto.

giovedì 21 aprile 2011

E poi Stallman sarebbe un pazzo..

apple-cellulari-spia
Apre bocca ed è un estremista. "ormai è andato via di testa" o "vabbe è Stallman" sono i commenti che compaiono quando si parla di lui.

Perfino quando recentemente ha affermato che i cellulari compiono un sogno di staliniana memoria è stato tacciato da radicale. Eppure...

martedì 19 aprile 2011

Per iniziare la giornata!

Faccio solo un commentino nerd, di quelli che ci stanno sempre: ma quando sentite questa canzone, non vi torna voglia di giocare a Mafia? :D

PS: dovete alzare il volume a palla... ;)

lunedì 11 aprile 2011

Ubuntu alla deriva, rischiano il #FAIL

ubuntu-senza-unity
Sentite, vediamo di farlo veloce ma concentrato. Il post intendo. :D La notizia la conoscete già, ma vorrei affrontarla con qualche considerazione che ancora non ho letto in giro. Cerchiamo di unire i pezzi.

In somma sintesi: Gli sviluppatori della Distro del Parroco stanno pensando se rilasciare Ubuntu 11.04 Natty senza Unity impostata di default.


Sapete cosa penso?

sabato 9 aprile 2011

Tutti insieme: Amen!

Questa è bella eh! guardate come continuano a trovarmi sui motori di ricerca

parole-chiave-blogger

, siccome questo blog è molto spirituale, cari fedeli miei, vi spiegherò come trovare lo spirito...

lunedì 4 aprile 2011

Italia non ha fame

politica-italia-bugie-rivoluzione
Leggendo questo splendido post del Nichilista intitolato "se il paese crede alle bugie", mi sono soffermato su un pensiero nella conclusione:

"Gli esseri umani, spesso, non utilizzano le informazioni che possiedono. Agiscono assecondando la menzogna anche quando la riconoscono come tale."

Trovo che sia tutto vero. I casi che cita nel post - che vi consiglio di leggere - ne danno conferma. Basta usare l'esempio di Wikileaks, che dopo aver divulgato tante informazioni confidenziali e importanti: "il materiale ha fatto rumore, certo, ma non sono rotolate teste. E non ha avuto le profonde conseguenze in termini di reazione della società civile che Julian Assange aveva immaginato.".

sabato 2 aprile 2011

Marihuanux, la distro in erba

linux-parodia-funny
Marihuanux è una distro fatta in casa, di nascosto. È interamente composta di erba. Perfino il cd ha qualche tono canabinoideo sulle sue tracce.

Il suo precursore, Mark Weedsworth, nato e cresciuto a Mozambico ma trasferitosi in Olanda dopo aver venduto tantissimi aggeggi di dubbia provenienza ed altrettanta utilità alla gente, ne parla in questi termini:

mercoledì 23 marzo 2011

HOW TO: come fare un fumetto con Inkscape

Chi legge questo blog da un po' conoscerà ormai le foto buffe, satiriche e scurrili immagini che di solito metto tra gli articoli, (scusate ma non sapevo davvero come iniziare il post :D ) ad esempio:

lunedì 21 marzo 2011

Come sarà l'Italia Post-Berlusconi?

italia-dopo-berlusconi
Un anno fa, quando è stato colpito in faccia da Tartaglia, iniziai a pensare, per la prima volta, che lui avesse reso l'ultima parte della sua vita una fiction.

L'ho realizzato nel preciso instante in cui, entrato in macchina - momento in cui qualunque persona normale avrebbe detto all'autista: parti! portami in ospedale cazzo!lui ha voluto tornare indietro, uscire fuori e farsi vedere, fotografare. Sembrava proprio un film, una storia da vendere.

Berlusconi non è soltanto un premier, è un personaggio della sua stessa fiction, ha fatto della sua vita un telefilm e potremo addirittura dividere le sue vicissitudini in una saga piena di capitoli. Tipo, non so, una trilogia: La scesa in campo; Il controllo dei Media; e La caduta del cavaliere. E poi se vogliamo aggiungiamo un pre-sequel del nome, P2: la loggia.

domenica 20 marzo 2011

Guiodic colpisce ancora!

Questo è un post delirio (ma se non usate linux non lo capirete), assurde litigate via twitter. Conversazione successa veramente - ma fossi in voi non mi fiderei - a inizi di marzo, mi raccomando i tweet sono interattivi, quindi potete cliccare sul link ;)

mercoledì 16 marzo 2011

KDE spacca il Kulo!!

kde-recensione-4.6
Oggi, cari miei cazzoni - ma credetemi, lo dico con mucho cariño - vi spiegherò perché KDE è un desktop con le contropalle, come mai gli fa il culo a stelle e strisce a Gnome, i motivi per cui lo uso e dovreste usarlo anche voi! Pronti? Cominciamo con una breve introduzione

Che cos'è KDE?

KDE è un Ambiente desktop grafico, ovvero tutta l'interfaccia del sistema con cui interagiamo mentre usiamo il PC. Il suo nome sta per Kool Desktop Enviroment, e sì, la K sta al posto della C perché hanno sentito il bisogno di attirare l'attenzione dei Bimbiminkia.