mercoledì 16 marzo 2011

KDE spacca il Kulo!!

kde-recensione-4.6
Oggi, cari miei cazzoni - ma credetemi, lo dico con mucho cariño - vi spiegherò perché KDE è un desktop con le contropalle, come mai gli fa il culo a stelle e strisce a Gnome, i motivi per cui lo uso e dovreste usarlo anche voi! Pronti? Cominciamo con una breve introduzione

Che cos'è KDE?

KDE è un Ambiente desktop grafico, ovvero tutta l'interfaccia del sistema con cui interagiamo mentre usiamo il PC. Il suo nome sta per Kool Desktop Enviroment, e sì, la K sta al posto della C perché hanno sentito il bisogno di attirare l'attenzione dei Bimbiminkia.
recensione-kde-4.6

È di un certo livello

Kde è un ambiente da scrivania, che assieme a Gnome, rappresenta i principali desktop per gnu/linux. Esistono altri desktop o windows manager validissimi: XFCE, Openbox &Co, ma la differenza principale è che Gnome e KDE sono, per così dire, più completi. Hanno una miriade di applicativi dedicati e già inclusi. Cosa che, ad esempio, Openbox - per fortuna, per chi vuole un DE leggero - non ha.

Vantaggi

Cercherò di delineare le caratteristiche (preggi e difetti) che risaltano nella mia testa malata mentre uso questo Ambiente Grafico.

 È pronto all'uso. Non bisogna configurarlo più di tanto, le sue parti sono integrate perfino con gli effetti e nell'insieme è un blocco pronto all'uso. Il che è sinonimo di praticità.

kde-4.6-recensione-pronto

Esiste anche chi non vuole ottimizzare niente, persone che vogliono solo accendere il pc e usarlo un minimo. Bene: KDE, se di efficienza si tratta, a mio parere è pronto. Certo, se poi ti metti ad esplorare tutto il DE è solo colpa tua. :D

Premessa tardiva

Non gradisco quando nelle recensioni, discussioni o pareri personali ci si questiona se KDE, GNOME o PincoPallino siano “pronti” per l'uso desktop. Cosa si intende con “essere pronto”? Siccome qui i pareri differiscono, vorrei chiarire fin da subito la mia posizione. Per me, essere pronto significa:
  • assenza di bugs o problemi clamorosi che ti facciano crashare il DE
  • assenza di problemi che non si possano risolvere e/o non abbiano alternative valide.
Ora possiamo continuare!


Completezza. Come si diceva prima uno potrebbe fare a meno di usare applicativi esterni. Il gruppo di applicazioni KDE non lascia che desiderare, parliamo di K3B, Dolphin, Amarok, Okular, e tante altre applicazioni. Concentriamoci su Dolphin.

Una delle cose che più mi piace di Dolphin è la sua estrema personalizzazione. Puoi decidere dove vanno i panelli, quali e quanti avere, spostare e ridimensionarli a piacere. Ottimizzare lo spazio diventa qualcosa di naturale. Guardate le potenzialità del - secondo me - miglior file manager per linux:




Panello di controllo. Ovvero le impostazioni del sistema. Le categorie, forse, non sono ancora smistate bene, ma questo capita perché tutto si può configurare graficamente. Su questo punto non ci piove, non c'è bisogno  di editare file a mano o scaricarsi programmi esterni, il vassoio con cui si gestisce il sistema è intuitivo e completissimo. Cosa? Gconf editor?

kde-panello-controllo


Plasmoidi. Non hai bisogno di installare programmi esterni per avere widgets o gadgets o muffins (che c'è? non ti piacciono i muffins?) sul desktop.



- Estetica e Bellezza. Trasparenze ovunque, quando si parla di estetica è fuori discussione. Attenti, Gnome ad esempio non è brutto, e sopratutto lo puoi modificare come vuoi, dando vita a bellissimi desktop. Però da default non è il massimo. Mentre KDE è figherrimo sin dall'inizio.



Intuitività. Malgrado tutte le opzioni per configurarlo, è intuitivo. Grazie al panello di controllo potete fare di tutto e se non avete voglia di stare a configurarlo va bene già da default.

Questo desktop ha delle qualità nascoste. Ha una cura sui minimi particolari. Ma la cosa più importante è che non c'è bisogno di esplorarlo, non è un desktop fine a se stesso. Per esempio, poco fa ho scoperto una qualità molto utile soltanto nel momento in cui ho sentito il bisogno di averla:

Collego per l'ennesima volta il cellulare e lo vedo comparire nel vassoio del sistema (comodo e non intralciante). Come al solito se ci clicco sopra mi fa scegliere le azioni da fare, mi dico: sì ma cazzo io lo apro sempre, vorrei che si apra in istantaneo, ma solo il cellulare non le chiavette usb.

Ecco che scopro le opzioni da modificare, complesse ma intuitive:



Le Attività. Sì quella meravigliosa invenzione chiamata attività che una volta che impari a gestirle e maneggiarle ti semplificano la tua frenetica vita di città o di campagna o di ovunque tu abiti.



Le attività ti permettono di cambiare il DE in uso, ad esempio, dalla versione scrivania (simil-gnome) alla versione plasma cliccando un semplice pulsante e mantenendo le applicazioni aperte intatte, se ci pensate è molto utile.

Il vantaggio è che ogni attività ha la sua propria configurazione, questo significa che puoi configurare uno sfondo, plasmoid e strutturare il desktop in modi diversi. E così avere un'attività predisposta per lavorare e un'altra per cazzeggiare.

- Infine. Qualcosa di tecnico. Non ha più bisogno di HAL. Le QT4 sono rilasciate sotto GPLv3, più software libero di così impossibile. Le traduzioni, la coerenza dei termini lungo tutto il DE, sono di una precisione ineccepibile.

Svantaggi

praticamente non ne ha.



È un po' pesante. Sì è più pesante di Gnome, inutile negarlo. Anche se sta migliorando molto e con qualche accorgimento riesco a farlo andare sul netbook in tutta scioltezza. Sopratutto dalla 4.6 in poi, tanto di cappello al team.

Sviluppo. Lo sviluppo è sempre costante, è in fermento, questo potrebbe far ripensare chi vuole qualcosa di ultra stabile. Non scordiamoci le lamentele - legittime - che ha suscitato il passaggio improvviso a KDE 4. Tuttavia, posso affermare con certezza che non ho problemi dalla 4.2 in poi. Anzi ora i lavori di aggiornamento sono di rifinitura.

- Altri pregi o difetti un po' più tecnici potete trovarli in questo splendido post: Linux e KDE 4.6, in cui l'autore sostiene che kde è pronto fino a un certo punto.

Anche qui, riallacciandoci al discorso nella premessa, il significato di "pronto" differisce da quel che intendo io. Dal mio punto di vista, il fatto che Kmail non funzioni a dovere non lo rende “non pronto”, perché l'alternativa valida esiste. Concordo sul fatto che le mancanze non lo rendano un DE “ottimo”, ma esiste un DE ottimo? Comunque sia vi esorto a leggere quel post se volete approfondire. ;)


Consiglio

Non mi resta altro che darvi un consiglio e aprite bene le palpebre: se volete provarlo usate distro serie e dedicate a questo desktop, sto parlando di PardusArchlinux (nel mio caso), Fedora, Debian, Chakra (che, a proposito, è appena nata la Community italiana), Mandriva, Opensuse, ma - per carità del signore Gesuttleworth - non provatelo su Kubuntu.


Chiarisco ulteriormente: Sono solo un'esaltato, non ce l'ho con Gnome o XFCE o qualcun altro desktop... anzi sì, ce l'ho con Unity, ma non è un desktop, è solo un ossimoro coniato nella Casa del Parroco =P In più non ho preso in considerazione Gnome Shell perché semplicemente non è stato ancora rilasciato, anche se sono entusiasta e non vedo l'ora di provarlo.

44 commenti:

  1. lol mi son anche fatto un giro sul blog tu stai male lmao :D
    bel lavoro continua così! (no, non uso cappadiè però mi piaceva la 3.5, si uso lo gnomo, no non è ironia il "bel lavoro").
    cià.

    RispondiElimina
  2. cazzo
    (Bisogna iniziare il primo commento con una parola del genere no?)
    ottima recensione, completa, "pronta" e assolutamente di parte... ehm no scusa volevo dire non di parte. Da utilizzatore di kde su archlinux non posso che essere daccordo :D
    due appunti
    il primo come si mettono i muffins sul desktop? farai una guida a proposito?
    il secondo, prima che doc e milo ti leggano, inserisci debian tra le distro dove provare XD

    RispondiElimina
  3. Ma tu guarda, uso KDE da tanto ma non sapevo che la K stesse per Kool - grazie! Anche per Batman, mi mancava. :)
    P.S. E sì, Unity fa schifo!

    RispondiElimina
  4. Cippaciong16/03/11, 12:32

    Grazie, non tanto per la recensione ma per il primo post su KDE di qualche settimana fa.
    Sono sempre stato uno Gnomista sebbene abbia comunque avuto il mio momento KDE con Sidux, ma non mi aveva mai convinto fino in fondo.
    Ho continuato a sentire però commenti sempre più positivi e nella mia testa pensavo "ma se piace a tutti possibile che io sia l'unico stronzo non convinto??
    Beh l'ho installato su Arch e mi sono armato di un po' di pazienza per conoscerlo bene e abituarmici.
    Risultato:
    Ora solo KDE per me!! Bellissimo, proprio come viene descritto nel tuo articolo!

    RispondiElimina
  5. Cippaciong16/03/11, 12:33

    Scusate il doppio post ma mi sono dimenticato di dirlo. Ritengo comunque GNOME un po' più intuitivo per i principianti ma forse è solo perchè sono "cresciuto" con quello. Resta il fatto che gnome appena installato è un merda!!! =) Devi personalizzarlo un po' per renderlo bello!

    RispondiElimina
  6. KDE è un grande DE anche se sinceramente ho trovato la pace dei sensi con LXDE e openbox sul mio netbook e sul desktop più vecchio (entrambi con Debian sid).

    Mentre sul fisso nuovo uso Mint10 con lo gnomo perché il pc è condiviso e perché la sorella (e occasionalmente il padre) rompono.

    Ho usato KDE per quasi un anno su Sidux (prima che fosse ribattezzata aptosid ai tempi di KDE 4.4) e devo dire che posso confermare tutto il tuo entusiasmo e le tue poche perplessità.

    Per quanto riguarda Gnome Shell e Unity non mi piacciano entrambi, il pc non è un futtuto tablet o cellofono. (Fortuna che Mint11 userà Gnome 3 senza shell)

    PS: L'ultima mia esperienza con KDE risale all'ultimo natale: http://picchiopc.wordpress.com/2010/12/26/le-mie-k-6-un-buon-nasale-con-kde-4-5-d/

    RispondiElimina
  7. Grazie Coniglio,bellissimo articolo

    RispondiElimina
  8. PKK! ProvaKDEKribbio!!! su debian sto aspettando il 4.6 che provato su chakra è paurosamente performante. Ora sull'eee ho gnome che all'avvio mi dà 90mega di ram, mentre kde (su chakra) mi dà (con le ottimizzazioni) 190mega. Non l'ho provato, ma spererei un miglioramento della gestione del monitor esterno ed una migliore integrazione con le applicazioni gtk, comunque dolphin è a livelli che nautilus si sogna. Gnome shell provata la beta, mi pare ottima per schermi grandi ma su schermi da 10 è un po' soffocante. Comunque: continua così Koniglio!

    RispondiElimina
  9. Solo io odio KDE? :D scherzo, non è che lo odio è che trovo più intuitivo gnome. Alla fine KDE ti abbaglia con tante cose scicchettose e varie lucine al neon per apparire più bello di quello che è (non picchiatemi porto gli occhiali).
    Resta comunque il fatto che concordo su te su di un punto fondamentale: KDE non va provato su Kubuntu (e derivate visto che Mint KDE risulta un elefantino) altrimenti ci resti male e non lo guardi più (anche se mi dicono dalla regia che Kubuntu 11.04 sembra essere più scattante dei precedenti rilasci).
    PS: ti sei comunque dimenticato di dire che finalmente ora KDE supporta i temi gtk senza aborti grafici.

    RispondiElimina
  10. Ho usato KDE in passato, ma non mi ha mai esalatato (usavo Kubuntu però).
    Proprio ora stavo istallando Lubuntu che utilizza LXDE su un pc "da battaglia"....sperando di riuscire a velocizzare il vecchio muletto.

    RispondiElimina
  11. kde-rulez e basta

    KDEv è il DE e basta gnome fa cagare inutile :) Vuoi una distro fantastica x kde e facile da usare installati chakra e poi GODI :p
    nn vuoi mollare debian vai con sidux scusate aptosid W W W kde

    RispondiElimina
  12. Io vorrei riportare in breve la mia storia. Inizio presentandomi sono d4n1x amministratore del portale di chakra-project.it; Prima di arrivare a chakra sono passato per diverse distro e sono partito con una fedora + gnome per approdare poco dopo su una delle prime versioni di ubuntu. Sono stato per anni un convintissimo estremista gnome ho ritenuto sempre (in quel periodo) KDE inusabile. Poi un bel giorno scopro che stanno sviluppando KDE4 e durante un linuxday scopro le sue potenzialità. Tornato a casa mi sono messo kde 3.5.5 (mi pare che fosse), per iniziarmi ad abituare a questo nuovo modo di vedere il DE. A poco a poco mi sono abituato e ho amato kde, mi sono reso conto di quanto gnome fosse limitato sia nelle funzioni che nel livello di personalizzazione. Da li a pochi mesi è uscito KDE4.0, non ho paura a dirlo, totalmente inusabile, ma non per colpa dei devolper (che avevano precisato che il DE "non era pronto", e che sarebbe stata solo la base di partenza dello sviluppo quella), ma per colpa delle distro che pur di attirare clienti lo hanno sbattuto li al posto della 3.5. Non sapendo più cosa fare sono tornato a gnome ma in poco tempo (roba di mesi) mi sono sentito come castrato, come se usare il pc fosse diventato più complesso. Da li ho optato per lasciare una kubutu con kde 3.5. Arrivati alla versione 4.2 ho deciso di fare il salto e ammetto, anche qui senza paura, che di crash ce ne erano ancora (non so se per colpa di KDE o se per colpa di Kubuntu). KDE4 è una rivoluzione è un nuovo modo di concepire il DE, è un nuovo modo di pensare è un nuovo modo di lavorare.

    Io ho sempre reputato deficienti quei piccoli blogger (si li definisco piccoli anche se hanno migliaia di accessi al giorno), che scrivono kde non è ancora pronto o si permettono di valutare una distro un de o un software qualsiasi dopo un utilizzo di alcune ore o di pochi giorni. Per capire KDE ci devi stare, lo devi usare giorni mesi e vi assicuro che dopo già un paio di mesi su KDE il ritorno a gnome è tragico.

    Cosa amo di KDE? la sua completezza il software è un tutt'uno non sono 1000 accroccaglie appiccicate insieme per rendere usabile il sistema; Amo la sua semplicità, il suo livello di usabilità; Amo il fatto che su KDE ho quello che mi serve e anche di più.

    Ora tiro un pò di acqua al mio mulino :D dopo essere passato a chakra ho riscoperto nuovamente KDE, fine dei crash fine degli scazzi e sopratutto fine dei rallentamenti.

    Ho provato molte distro con KDE, debian, fedora, openSuse, archlinux, ma il connubio tra stabilità, velocità, e facilità l'ho trovato solo con chakra. :D

    RispondiElimina
  13. @d4n1x
    approfitto per farti una domanda;
    da utilizzatore di arch con kde, mi potresti spiegare che vantaggi avrei a passare a chackra? non è praticamente la stessa cosa? grazie dell'eventuale risposta

    RispondiElimina
  14. grazie dei commenti ragazzi, a tutti.

    rispondo a random. Dax, benvenuto, mi fa piacere tu ti sia fatto un giro per il blog selvaggio. :D

    Phoenix, grazie del suggerimento, ho aggiunto Debian. Però, vorrei sottolineare, che mi sono ricordato perché non ho avevo incluso Debian. Semplicemente perché delle distro con cui provare KDE da live mi sembravano meglio le altre. ;) Debian ha tanti rami ma tranne Aptosid non so se ci siano altre distro con kde da provare da live. Magari sbaglio.

    Cippaciong, mi fa piacere che anche tu hai avuto una esperienza simile ;)

    Picchio, ti dico la verità, io openbox non l'ho ancora disinstallato dal netbook, anzi è pronto per essere usato.. quando kde, per colpa di un aggiornamento andrà a puttane per un po'... =P =P (trollo sul mio stesso blog)

    Luca Corsato, sì purtroppo sul netbook è pesante(in comparazione con altri), però spero anch'io che col tempo diventi più leggero. Anzi dalla 4.5 alla 4.6 è migliorato molto. Mi dispiace solo per i tempi di inizio, che con openbox erano velocissimi, ma è un prezzo che sono disposto a pagare :)

    Marco, sicuramente gnome è più intuitivo. Ma credo che sia dovuto al fatto che non ha tutte le opzioni da configurare che possiede KDE. Come dice Cippaciong ha bisogno di un minimo di personalizzazione. Non dico per renderlo bello, ma per renderlo usabile o intuitivo. Basta installare Gnome su arch, installa la versione base, senza cambiamenti che puoi trovare in distro preconfezionate. Se compari le due versioni base, non so, trovo quella di gnome un po' scarna e bisogna ancora mettere mano a gedit (per esempio, per spostare il cestino dal desktop).

    Neoben, LXDE di sicuro ti velocizzerà il netbook ;)

    Killjoy, non sono d'accordo sul dire che Gnome fa cagare. Non è vero, è semplicemente una fondazione con priorità diverse.

    D4n1x, grazie per riportare i tuoi pareri. Solo una cosa: non amare KDE ;) usalo e basta. Tratta il computer come una troia, perché è una macchina e se lo merita :D ma stai lontano dai sentimenti per cose inanimate! Detto questo, a me Chakra piace sì e no. Non mi va molto giù la manovra che hanno fatto con Arch, però rispetto la loro scelta. Se non altro perché hanno una comunità che ha delle esigenze diverse, e va benissimo. Poi, se non sbaglio molti developer di kdemod sono su chakra, il che è un'ottima cosa. Però attento perché Archlinux continua ad avere un kde molto performante. Capisco se dici che Chakra in comparazione con Kubuntu è molto più perfomante, però in comparazione con archlinux penso siano ancora sulla stessa lunghezza d'onda. Anche perché ancora non si distingue di tante cose con Arch, sicuramente più passa il tempo più inizierà ad avere una personalità propria. (a parte l'approccio, questo si è molto diverso)
    Per il resto anch'io apprezzo le stesse cose che hai detto di KDE. ;)

    RispondiElimina
  15. @Luca Corsato
    Guarda io sul mio netbook con Chakra sono arrivato a 120 MB di ram seguendo cmq alcuni consigli e guide su Arch come quella di Dieghen e utilizzando anche qualche suggerimento per kde della guida di Melko per Sebayon,...
    Cosa intendi per non pefetta integrazione gtk?Ti riferisci a Chakra? A cosa in particolare?
    @Phoenix Fire
    La prima cosa che mi viene in mente è che Chakra è l'unica distro che attua un discorso di "semi-rolling" così facendo ti eviti aggiornamenti selvaggi della parte "core" del sistema ma hai cmq i programmi sempre aggiornati,insomma i vantaggi di una rolling ma con maggiore stabilità,poi il gtk-free che è un'altra delle basi se riesci a seguirlo(ovvero se cerchi di evitare di sporcare il sistema con applicazioni gtk da CCR ha i suoi vantaggi in fatto di performance,per i programmi più importanti in gtk hai i Bundle...
    @Coniglio
    Ciao bello ;)
    Sul canale irc di chakra i tuoi articoli appassionano e piacciono sempre a tutti,forse siamo un gruppo di matti anche noi :D
    Cmq cosa intendi quando parli di manovra che Chakra ha fatto con Arch,no chiedo perchè per un verso può darsi che io non sappia qualcosa per un altro sentendo in giro mi accorgo che sotto questo aspetto forse gli utenti di Arch vedono la cosa un pò più male di quello che è...
    Cmq scusa se il discorso ci ha portati a svariare su Chakra,non era mia intenzione anzi ti ringrazio per aver linkato il nostro portale ;)

    RispondiElimina
  16. Fanculo mi hai convinto ha riprovarlo, però su una distro seria... e che cazzo.

    RispondiElimina
  17. @Phoenix Fire
    In parte ti ha risposto già Lazy, io quello che preferisco è:
    1) Semi-rolling
    2) gtk-free e sistema bundles per tutti quei software necessari (come libre office, gimp, firefox, chromium, ecc, ecc, ecc)
    3) facilità di installazione e configurazione
    4) i tanto odiati driver proprietari disponibili già dalla live (io ad esempio con scheda ATI sono costretto ad usare gli fglrx e con arch era il delirio a ogni aggiornamento del kernel che mi arrivava il mio xorg moriva)
    5) la possibilità di avere un sistema "pronto all'uso" già alla fine dell'installazione

    Questi sono alcuni punti che me l'hanno fatta preferire, poi ovviamente ognuno ci può trovare dei pro e dei contro, io sono sempre convinto che il pc è una macchina e il so è lo strumento che la fa funzionare ed è giusto che ognuno usi quello con cui si trova più a suo agio.
    Concludo questa parte dicendo che ovviamente con il tempo chakra si staccherà (come detto anche da Santiago) dalla mamma per avere una sua strada, ad esempio non si userà più pacman ma akabei, e ci sarà l'installer grafico shaman2 (che ora è rimpiazzato provvisoriamente da cinstall).

    Magari se vuoi fare domande puoi venire o sul forum (linkato nell'articolo di Santiago), o se vuoi un contatto più "umano" sul canale irc italiano dedicato a chakra che trovi qui:
    http://webchat.freenode.net/?channels=chakra-it
    (più che altro perchè vorrei evitare che diventi un dibattito su chakra mentre invece qui si parla di KDE <3:D)


    @Santiago
    Certo Santiago il mio amore è metaforico :D

    Per la questione arch concordo nel dire che sia un'ottima distro, l'ho usata per un pò di tempo e sò quanto sia valida (non per niente ora uso una derivata). Ma arch ha diciamo così, ovviamente a mio modo di vedere le cose, un grosso "bug" o vero quella di non essere facilmente accessibile a tutti infatti mi auto cito:

    <"Ho provato molte distro con KDE, debian, fedora, openSuse, archlinux, ma il connubio tra stabilità, velocità, e facilità l'ho trovato solo con chakra. :D">

    Ripeto io archlinux l'ho usata per un pò mi è piaciuta da impazzire, poi per cause di forza maggiore sono stato costretto a lasciarla. Per quel che riguarda la questione "morale", io non so cosa sia successo tra i devolper di kdeMod e archlinux, so solo che c'erano obbiettivi divergenti per questo si sono scissi. Anzi noto molto spesso da parte degli arceri un pò di astio verso chakra. A mio modo di vedere è un modo di pensare un pò anti linux, anti open source; mi spiego meglio il bello dell'open è proprio questo, il poter creare una nuova strada a partire da una base già esistente. Sono anche convinto che Arch arricchirà il suo bacino di utenza anche grazie a chakra. Come succede un pò oggi con ubuntu e debian, moltissimi ubuntisti provano debian e ci rimangono.
    Io sono sempre per la libertà di scelta; Comunque penso che utenti meno esperti o magari che non hanno voglia di smanettare, tramite chakra hanno la possibilità di usare un qualcosa che come base ha arch e non penso sia un male.
    Colgo anche io l'occasione per ringraziarti di aver segnalato il portale italiano di chakra :D
    Comunque sappi che ti leggo frequentemente i tuoi articoli mi piacciono sempre motlo, sopratutto quando parli male di ubuntu :D hihihihihihi ;)

    RispondiElimina
  18. Ups scusa ho dimenticato di firmarmi l'anonimo sopra sono io.

    RispondiElimina
  19. Dovrò cominciare a scriverlo sui muri:
    OpenBox non è un DE! OpenBox non è un DE! OpenBox non è un DE! OpenBox non è un DE! OpenBox non è un DE! OpenBox non è un DE! OpenBox non è un DE! OpenBox non è un DE! OpenBox non è un DE! OpenBox non è un DE! OpenBox non è un DE! OpenBox non è un DE! OpenBox non è un DE! OpenBox non è un DE! OpenBox non è un DE! OpenBox non è un DE! OpenBox non è un DE! OpenBox non è un DE! OpenBox non è un DE! OpenBox non è un DE! OpenBox non è un DE! OpenBox non è un DE! OpenBox non è un DE! OpenBox non è un DE! OpenBox non è un DE! OpenBox non è un DE! OpenBox non è un DE! OpenBox non è un DE!

    RispondiElimina
  20. Santiago è evidente che sei uno dei bimbiminkia attirati dalla k! si chiamasse CDE non lo avresti mai provato!
    Le prove?
    -Parli per metà articolo dei pregi estetici e li usi come maggior punto di forza rispetto a Gnome, neanche fosse la recensione dell'ultima Ubuntu scritta dall'uomo spaziale;
    -Definisci Openbox un DE!!!

    Queste bimbiminkiate a parte, ottima recensione :P Anche per i riferimenti agli articoli esterni...comincio a capire cosa diavolo sono le attività e come funzionano, anche se fatico ancora a capirne l'utilità!!

    Detto questo, XFCE FTW!!!

    RispondiElimina
  21. Noto solo ora: come mai usi pidgin e non Kopete su KDE?

    ps. ti prego, scrivi un articolo sulla nuova pubblicità di Navetta Spaziale!!! Mi sono rotolato sul pavimento.

    RispondiElimina
  22. @Lazy
    tieni conto che lo uso su debian!la guida di dieghen va bene dal 4.6 (al max dal 4.5), ma debian è (ancora) al 4.4.5; riguardo alle gtk, l'effetto di iceweasel-firefox e qualsiasi altra applicazione gtk deve essere corretta aggiungendo un pacchetto, mentre dovrebbe farlo in automatico (se intendiamo sempre gli standard di coniglio sul concetto di "pronto")

    RispondiElimina
  23. @Luca Corsato
    Ah ok Luca,io non uso Firefox quindi non saprei,cmq la mia domanda nasceva dal fatto che avevo capito ti riferissi alll'integrazione gtk di Chakra in particolare...
    Cmq sicuramente non tutto è ancora integrato benissimo come dici tu ma con oxygen-gtk si sono fatti enormi passi avanti,da parte di gnome invece integrazione con le qt praticamente non esiste mi pare...

    RispondiElimina
  24. @Anonimo
    secondo me, dovresti scriverlo sui muri. Così un giorno ti daranno un camice bianco e una stanza tutta per te, con un gessetto potrai scriverlo ovunque! nelle 4 pareti =P

    comunque adesso correggo. Ho scritto "desktop manager" anziché "windows manager". So bene che non è un DE ma tanto vale viene usato come desktop per cui il paragone ci sta. Infatti Gnome e KDE sono DE, openbox è un WM.

    @d4n1x:
    Aaaaarg!! io non parlo male di ubuntu, io critico canonical! :D
    Però sì ci siamo capiti. Un giorno quando avrò tempo libero verrò a trollare da voi nel canale IRC! così litigherò con Lazy e vediamo chi ce l'ha più lungo tra arch e chakra! ha!

    Milozzy, infatti se si chiamava CDE non lo usavo neanche!!! alla fine hanno voluto attirare i bimbiminkia e ci sono riusciti! ahhaha

    uso pidgin per questioni di abitudine, alla fine kopete o kmess sono validi.

    Burt! dai prova KDE che non ti pentirai!
    però conoscendoti a te piacerebbe ancora gnome, visto che lo puoi stravolgere del tutto per fare i tuoi figherrimi desktop ;)

    RispondiElimina
  25. A me KDE ha sempre fatto schifo al cazzo, sarà che l'ho provato solo su Kubuntu e Opensuse? In tal caso, mi butto su Debian, che dici? :D

    RispondiElimina
  26. @Santiago
    Sicuramente tra Arch e Chakra ce l'ho più lungo io :P
    Cmq quando vuoi passare sarai il benvenuto :)
    Ieri sera proprio prendendo spunto da sta cosa che hai detto sulla questione degli sviluppatori che hanno mollato Arch per passare a Chakra in chat abbiamo chiesto a loro e ci hanno spiegato che innanzi tutto loro contro Arch non hanno nula anzi rispettano molto il loro lavoro,però una delle cose che li ha portati a creare Chakra era il fatto che su Arch non potevano continuare a fare le cose gli sarebbero piaciute insomma gli iniziava a stare un pò stretto e poi anche il fatto che il rolling di Arch speso li portava a dover ricompilare tutto a volte anche una volta a settimana,insomma io credo che la loro voglia di autonomia alla fine sia stata leggittima...
    Ciao bello ;)

    RispondiElimina
  27. L'anonimo del muro17/03/11, 15:07

    E chi ti dice che non li abbia già??? E poi dimostri tutta la tua ignoranza, visto che per usare i gessetti mi danno sotto stretta sorveglianza la lavagnetta con gli spigoli smussati, perchè qui al residence i muri del mio loft fornito di servitù in divisa candida sono imbottiti in gommapiuma ignifuga!!!
    :P
    Oltretutto openbox non può venire usato come desktop environment, visto che non lo è.
    E se proprio vuoi dimostrare di non essere un 81n80m1nk14 eccoti la soluzione http://www.opengroup.org/cde/
    :*

    RispondiElimina
  28. C'è ancora il solito menu "start" che c'era su kde 3 o quella roba ancora peggiore di suse o finalmente hanno tirato fuori un menu che non sia una pubblicità ingannevole: "fai tutto con questo bottone*"

    *poi esplora con gli occhi 3 metri quadri di scritte, poi scrivi, poi clicca.

    Applicazioni-Risorse-Sistema semplicemente è la minor rottura di balle che esiste. Io uso gnome per questo.

    PS: e firefox con che look ti compare su kde?

    RispondiElimina
  29. @coniglio
    non offendiamo il sistema operativo del futuro con queste citazioni del cazzo alphawinux è il SO che ti spacca il Wulo se lo critichi e comunque questo SO se abbinato a "sbiancamento" (http://video.google.com/videoplay?docid=-5763479739437823483#) crea un computer potentissimo

    @chakrani
    grazie delle info

    @andrea
    il menu credo sia lo stesso, ma alla fine il problema che dici tu non lo trovo, una volta aperto compare una schermata con le varie tipologie, uguale a clikkare su app-ris-sis, anzi se ti organizzi i preferiti o usi un plasmoide i programmi usuali li apri con meno pressioni del mouse

    @picchio
    dannato non volevo postare per rimanere a 60 commenti e fare conto tondo ma tu piano piano ti stai avvicinando

    RispondiElimina
  30. @andrearatto_liste
    firefox mi si vedeva di merda! ma con i gtk-oxigen la cosa migliora. Il punto è che kde ha persino un browser, all'inizio ho utilizzato konqueror, ma poi per abitudine sono passato a firefox.

    non ho mai usato kde3, il menu che c'è ora si chiama kickoff, non è organizzato come le 3 categorie di gnome, ma hai il vantaggio di poter cercare all'istante quello di cui hai bisogno. Basta scrivere "schermo" per trovare accesso diretto alle configurazioni, agli effetti o qualunque cosa relazionata. Io lo trovo più veloce.

    RispondiElimina
  31. In più in alternativa come menù si può usare pure Lancelot che si porta dietro il plasmoide Mensola col quale interagisce e nel quale grazie ad akonady trovi pure i contatti di Kmail e Kopete se vuoi !

    RispondiElimina
  32. Le icone del pannello di controllo sono altresì inguardabili, mi ricordano troppo windows.

    RispondiElimina
  33. Olà, anzitutto complimenti per la trasmiss..ehm per il post molto carino :P Scrivo da utente che ha iniziato usare linux con KDE, precisamente KDE 3.4.x su Mandrake (ora Mandriva) 9.1 nel lontano 2003. E l'ho usato con soddisfazione fino al 2008, era per me il miglior DE. Poi... è arrivato KDE 4 Sh1t Compilation! Via tutte le feature, regressione totale, lentezza spaventosa, crash e bug a go-go. Ciao ciao, passo a Gnome. Ho testato in seguito la 4.4 e la 4.6 che devo dire non trovo male.
    Però: 1) ho provato Chakra 200102, Pardus 2001, KMint 10, Opensuse 11.4 e non riesco a settare la connessione DSL per un bug di Knetworkmanager che permane dal 2010 :( e 2) Il pannello ha perso la possibilità di settare trasparenze diverse dal tema, di impostare pixel di altezza, di posizionarlo senza trascinarlo, son spariti i bottoni per nasconderlo con un click. Sto tenendo d'occhio http://trinitydesktop.org nel caso non muoia in culla potrebbe essere interessante ;)
    Baci
    Giorgio

    RispondiElimina
  34. @me stesso medesimo:

    ho scritto
    1) ho provato Chakra 200102, Pardus 2001..
    perché a quest'ora già non connetto più ma ovviamente volevo scrivere
    1) ho provato Chakra 201102, Pardus 2011..

    Vabbè che mi piace kde3 ma dieci anni indietro è troppo :-P
    Sorry x l'errore
    Giorgio

    RispondiElimina
  35. @Santiago

    Ci sono menu alternativi anche per gnome (es. mintMenu o rsMenu) che hanno il box dove digitare il nome del programma e altre feature. Mentre per KDE un menu alternativo è Lancelot. KDE3 era una figata, se vuoi provarlo in versione modernizzata, dai un'occhiata qui http://www.trinitydesktop.org ;-)

    RispondiElimina
  36. Interessanti le segnalazioni. Nono conoscevo Trinitydesktop, darò un'occhiata. Grazie :)

    RispondiElimina
  37. Its like you rеad my mind! You seem to know so much about this, likе уоu ωгotе the book in it or something.
    Ι think that you can do with some pics to ԁrive thе
    message home a bit, but οther than thаt, this iѕ mаgnificеnt blоg.
    A gгeat read. I will ԁefinitely be bacκ.



    Feel free to visit my blog post: personal loans

    RispondiElimina
  38. Mi permetto di riesumare a due anni di distanza la discussione per fare una domanda. Su un pc condiviso con familiari/inquilini/colleghi/alieni/gnomi, su netbook o laptop particolarmente rognosi, su un supporto portatile che per ragioni di studio/lavoro si trova penetrato da tanti di quegli hardware che potrebbe trovare una carriera nel porno binario e in tanti altri casi patologici capisco perfettamente che un DE è indispensabile se non si è veramente sadici. Quindi la mia domanda riguarda chi utilizza un pc per uso personale o lavorativo, sul quale mette le mani solo il proprietario, il quale ha una certa affinità con le configurazioni da file. Insomma la sto ponendo al Coniglio e a qualche altro sprovveduto random che si trovi a leggerla. Perché usare un DE e non un WM stand-alone? In fondo la maggior parte delle configurazioni si fanno una volta nella vita del pc e non avere un pacchetto di applicazioni, ma sceglierle su misura è un vantaggio. La filosofia che sta alla base dell'uso di un WM è la stessa che sta dietro distribuzioni come Arch e Gentoo, per come la vedo io.

    RispondiElimina
  39. Hi theгe colleagues, how is all, and what you dеsіre to sаy
    гegarԁing thiѕ article, іn mу vіew itѕ tгuly remarkable in fаνοr of me.


    Also vіsіt mу web-site :: instant payday loans

    RispondiElimina
  40. la domanda è sensata, infatti molti mi hanno consigliato di usare razor-qt e io penso che mi troverei bene e sarebbe più leggero di kde.
    la risposta, nel mio caso, è che forse sono pigro per installarlo :D PS: comunque hai fatto una domanda su un post vecchissimo, mi ero quasi scordato che dovevo rispondere :)

    RispondiElimina
  41. Grazie per aver risposto! Ho scritto qui perché è qui che si parlava di DE, sperando (com'è accaduto) in una risposta nonostante l'età del post. Comunque (se non ricordo male) razor-qt è sempre un DE, anche se leggerissimo e di conseguenza immagino poco invadente. Il Window Manager di KDE è KWin e si può utilizzare stand-alone, ma ce ne sono una marea di altri. Io da quando ho scoperto i tiling non tornerei indietro neanche se mi pagassero. A quanto ho letto in rete chi cerca roba visivamente figa di solito opta per Openbox. La pigrizia ti giustifica al 100%. Io prima di mettermi concretamente a spulciare tra le varie possibilità (per le distro prima e per i WM poi) ho dovuto sboccare su Unity :D

    RispondiElimina
  42. I am rеgular visitor, hοw are you everybοdy?
    Τhis article poѕteԁ at thіs wеb pagе is in fact plеasant.


    Stoρ by my webрagе; Payday Loans

    RispondiElimina
  43. I just couldn't go away your website before suggesting that I really loved the standard information an individual supply in your guests? Is gonna be back continuously in order to check up on new posts

    my homepage - Same Day Payday Loans

    RispondiElimina

Caro troll. Se proprio devi trollare, fallo con stile: Niente insulti personali, niente giudizi sugli altri, niente ordini. La critica è bene accetta, la merda invece verrà moderata. E ricorda, non bestemmiare, fa come Coniglio: miscredi.