giovedì 4 agosto 2011

Android sei una Troia!

android-linux-proprietario-closed
Tanti bei discorsi, tanti elogi, tanti complimenti a Re Google che decise di fare un regalo a tutti i nerd "donando Linux nelle tasche di tutti". E tanti bloggers che si fanno i pompini a vicenda esultando e festeggiando la sconfitta degli Argivi della Microsoft! perché ora con Android la gente ha linux nelle tasche e quei Danai di Apple perdono territorio...

Quello che non sanno è che i Danai e gli Argivi sono sempre degli Achei, e tra gli Achei informatici esiste uno molto furbo e saggio: Re "Ulisse" Google, che un giorno ebbe l'idea di fare una Troia cavalla, proprio attraente, et donatali agli nerds del FLOSS essi, non resosi conto di quel che li aspettava, accettarono il dono, perdendo la loro causa.

Android è un cavallo di Troia. È stato accolto da coloro che usavano gnu/linux come la soluzione alla diffusione del software libero*, ma Android non è GNU, ovvero: che cazzo te ne fai del kernel se poi tutto il resto è chiuso? O come dice l'amico Nedanfor: "non è che se una cosa ha il kernel libero è buona e giusta". Certo il progetto era stato rilasciato con licenza libera, ma mano a mano l'hanno chiuso sempre di più. Ora invece: Principi base del FLOSS inesistenti.

In sostanza, sia che usi l'ultima versione di Android, sia che usi quel fork tanto gettonato di MIUI, stai usando software proprietario**, e forse sei convinto di stare usando roba Open/Libera, o forse non te ne frega un niente, ma in quel caso non venirmi a dire che sostieni il software libero, ecco, basta esserne coscienti.

Tutto ciò conferma una mia teoria secondo cui il FLOSS, per una azienda, serve finché viene applicato come metodo di produzione - perché è redditizio - ma una volta che si finisce di produrre e bisogna iniziare a vendere, la diffusione della conoscenza e lo GNU sono inviati a pascolare altrove, ed infatti eccovi l'ultimo esempio: Android è la piattaforma meno aperta tra quelle open, per non parlare di MIUI (questa è proprio chiusa).

Che dite, noi pochi diffusori delle idee del software libero, abbiamo perso?

--------------------------------------
  • * C'era molta confusione in giro, tanto per fare un esempio: Il Disinformatico definisce Android un sistema "basato su GNU/Linux e quasi interamente libero e open source"??
  • ** e se ci pensate la differenza tra Android e l'OS dell'iPhone è che Apple ti dice, fin da subito, che il software è chiuso.

PS: Ah, e voi direte: Ti sei svegliato un po' tardi Coniglio. No, in realtà l'ho sempre visto come una causa persa (Android non è mai stato GNU, è basato su Dalvik e usa Linux come kernel, ma poteva usare qualunque altra cosa), quindi preferibile criticare Canonical per atteggiamenti simili - usare l'open come metodo di produzione e basta - perché per lo meno la Casa del Parroco produce qualcosa che possiamo definire "Gnu/Linux", ancora legata alla GPL. E poi, ammettiamolo, criticare Google è come andare incontro alla incoerenza (nel mio caso), visto che siamo su blogger :( #tristementevero
PPS: questo blog è terzo nella classifica di wikio (agosto) Grazie :)

23 commenti:

  1. Bello il titolo, chiarisci subito che l'hai presa bene. Secondo me il SW libero su mobile è un'utopia. Vai coniglio! Vola su wikio!

    P.S. Ti piace la grafica nuova del mio blog?

    RispondiElimina
  2. @TheAubergine

    "Secondo me il SW libero su mobile è un'utopia."

    ormai il software libero ovunque sembra un'utopia. Non che prima non lo sia stata. Però su mobile ancora non è detto, possono nascere alternative libere. Il problema sono le applicazioni che finché restano chiuse non c'è niente da fare. Ad esempio Cyanogen è Android libero ma poi ci installi applicazioni chiuse e allora tanto vale usi MIUI (non è proprio così ma vale come riassunto)

    "P.S. Ti piace la grafica nuova del mio blog?"

    molto!! complimenti;)

    RispondiElimina
  3. @Santiago

    Il puntoè è che il mobile fa troppa gola, "la cazzata" di mandare in giro sw open i grandi stavolta non la fanno (che arrivano al mobile già da grandi a differenza degli os da scrivania dove nascevano tutti piccoli).

    P.S. Grazie per il complimento :) Ti ho chiesto un parere spassionato che so che ci capisci, sito graficamente ineccepibile il tuo.

    RispondiElimina
  4. fiero utilizzatore di un Neo Freerunner da quasi due anni U_U alla faccia di tutti :P

    RispondiElimina
  5. E bravo, era chiaro fin dall'inizio della nascita del Droide. :) Google che fa un software Open??? Non si può neanche sentire.
    Ma non è il caso di stare a inveire contro la "povera" Google :D eheheh ogni grande società pensa alle sue tasche e Google ha saputo dove spingere per attirare un bel po' di sostenitori.
    Oltre a questo ti dico anche che io personalmente promuovo il software libero, ma cosa dovrei usare se non uno Smartphone droide per avere un buon terminale? Windows phone? o iphone? Uno vale l'altro. Ma questo chi segue il mondo Linux già lo sapeva.
    Quello che non hai fatto notare, è la mancanza di privacy che Android regala ai suoi possessori, mi spiego, in molti puntano il dito su iphone dicendo che siamo "spiati" con il melafonino, ma con qualsiasi altro Droid Phone la musica è la stessa, tutte le App e anche il sistema stesso, anche con i giusti settaggi sà benissimo dove sei e cosa fai. Privacy? Non esiste più.
    Infine mi permetto di dissentire sull'ultimo punto, "** e se ci pensate la differenza tra Android e l'OS dell'iPhone è che Apple ti dice, fin da subito, che il software è chiuso." iPhone non ti dice affatto che è chiuso, si presenta come il sistema mobile più evoluto al mondo, cliccare per credere: http://www.apple.com/it/iphone/ios4/

    PS. complimenti per la posizione su wikio.

    Ciao!!!

    RispondiElimina
  6. Ritengo che che Google (che é una azienda!) non possa permettersi di lavorare gratis e mandare in giro software open lavorando anche per altri...
    Anche Chrome é software chiuso (a differenza di Chromium). Mi consolo solo un poco sapendo che almeno Google finanzia il kernel linux, ma al di là di questo non mi faccio illusioni, anzi!

    Mah, speriamo che in futuro alcune distro con software open riescano a essere riadattate per il mobile. Almeno in alcune delle funzioni più necessarie. Tempo fa c' erano dei video che mostravano che su certi cellulari (ad esempio il Nokia N900) si poteva montare, in via ancora sperimentale, in dual boot anche sistemi operativi da pc.

    RispondiElimina
  7. Caro Anonimo, dimostri di non avere alcuna cognizione del motivo per cui Google ha creato Android. Come fa a guadagnare? Con la pubblicità. Come fai a vedere la pubblicità? Collegandoti a Internet. Bingo. Android all'inizio (fino alla serie 2.x) è servito a questo, con tanto di source code sotto licenza Apache e tantissima pubblicità a dire che è libero, che è open source etc. etc.

    Poi un giorno hanno cambiato politica e hanno smesso di rilasciare il source. Ma non ho letto nessun annuncio che diceva 'Android da oggi è proprietario' e c'è ancora gente convinta che Android 3.x sia libero.

    PS. Esempi di aziende che "lavorano gratis" e "mandano in giro software open lavorando anche per altri": Red Hat e tutte le aziende della Linux Foundation. Guarda Red Hat quanto codice scrive, guarda quanto crescono le loro azioni e guarda come funziona un modello di economia basato sul software libero (e leggiamolo un bel libricino di Stallman ogni tanto).
    PPS. Chrome è closed, ma sai la differenza da Chromium? Il codice è al 99% lo stesso. Cambiano solamente il logo (Chrome ha quello colorato) e Flash Player integrato. Quindi si da il caso che Google rilascia a tutti il codice di Chrome attraverso Chromium (fidati che è lo stesso), sviluppa altro codice libero per WebKit (engine di rendering di Chrom* e Safari), finanzia ogni anno la Google Summer of Code, offre servizi gratuitamente a chi scrive software libero, etc. etc.
    PPPS. Non so se te ne rendi conto, ma Google finanzia lo sviluppo del kernel meno di Red Hat, e comunque a te del kernel, salvo alcune parti che vanno a influire sulla tua esperienza utente (driver in particolare), che t'importa?
    PPPPS. MeeGo, fatta da Intel e Nokia, basata su Maemo (N900) e Moblin (progetto di Intel). Attualmente è totalmente basata su Fedora, c'è una versione Netbook e una Mobile. GNU/Linux al 100%.

    RispondiElimina
  8. @Nedanfor
    Belle parole ma io vorrei solo sapere: voi pur avendo il source code di android sapreste che farne??? attendo risposta.
    Nedanfor Red Ha t di codice ne scrive ben poco, tutt alpiu ottimizza e inserisce nella sua distribuzione( a pagamento) quello che liberi programmatori provano su fedora ecc ecc ecc ecc ecc ecc ecc ecc ecc
    invece di dire fidati informati che di saccenti ne girano gia troppi

    RispondiElimina
  9. (Sono il primo dei due Anonimo)

    Nedanfor, ritengo utile il tuo intervento perchè porti argomenti e critiche, pertanto ne sono interessato.
    Faccio alcune osservazioni su cui mi piacerebbe avere un parere:

    Io sottolineavo il fatto che anzitutto Google fosse una azienda. Ora non so se i dati corretti siano questi:
    -Google Capitalizzazione: 186,47mld
    http://it.finance.yahoo.com/q?s=GOOG
    -Red Hat Capitalizzazione: 7,46mld
    http://it.finance.yahoo.com/q?s=RHT&ql=0
    ma avrei curiosità di sapere se Red Hat davvero non rinuncia a nessun margine di guadagno rimanendo open... poi mi viene in mente che per una Red Hat che ce la fa, ce ne sono altre che vanno a picco, es: http://guiodic.wordpress.com/2010/11/22/novell-che-fine-ingloriosa/
    Non mi fraintendere: non sono un fan del closed source! Dico che è immaginabile che una azienda che voglia realizzare tutto il reddito possibile e sia in concorrenza con altri colossi non abbia l' interesse ad essere open.
    Però se mi puoi linkare degli articoli (scritti da economisti però, non da tecnici dell' informatica) che mostrano che il modello di economia basato sul software libero è altrettanto profittevole di quello closed me li vado a leggere.


    Mi fai notare che è una leggenda metropolitana quella che chromium sia open. Bene, potrò approfondire l' argomento, se così è mi hai aperto gli occhi su una cosa che non sapevo. Propongo allora un futuro articolo dal titolo: "Chromium contando te le troie sono già due!".
    Sai quanti articoletti ho letto nei mesi su vari blog su quanto è open chromium? Tanti! Non posso dire di avere letto tutti i commenti che sono seguiti nei giorni sucessivi alla loro pubblicazione, ma non mi ricordo di averne letti (magari per disattenzione mia) che sbugiardassero adeguatamente la natura di chromium. Se è come dici tu, allora è un imperativo far correggere il tiro a molti blogger con un puntuale commento che smentisca le affermazioni sulle virtù open di chromium.


    Sul kernel... mi sa un po' di provocazione come l' hai calata: "a te del kernel, salvo alcune parti che vanno a influire sulla tua esperienza utente (driver in particolare), che t'importa?"
    Ti rispondo che senza kernel linux mi sa che i sistemi operativi basati su linux non si avviano... suppongo! ...Poi se li riuscissero a migliorare i driver di certe schede video, ecc. non sarebbe male.
    Ok, google sarà tirchia nell' aprire il portafoglio per il kernel (non conosco la percentuale esatta che ha coperto quest' anno), e lo fa per i suoi bisogni; di sicuro lo è anche una distribuzione come ubuntu. Fedora, avevo letto un' anno fa, dava circa il 16% del fabbisogno.
    Avevo anche letto che Firefox è sostenuto da una fondazione finanziata in larga parte da Google, mi pare per oltre il 70%.
    Il mio punto di vista è che queste cose gratis non vanno avanti, se poi si trova qualcun altro che non sia Google a dare i baiocchi meglio ancora!


    Ma la questione del Nokia N900 che esito avrà??? Ho davvero letto tutto ed il contrario sulle intenzioni rivolte a questo telefono. Verrà distribuito ad un pubblico ristretto o diffuso capillarmente nei negozi? MeeGo verrà portato avanti o è vero che lo archiviano? Perchè Nokia avrebbe abbandonato lo sviluppo di MeeGo, e deciso di mettere windows per mobile nei suoi prossimi telefoni. (stando alle ultime che ho letto, ma ormai non mi ci ricapezzo più!)

    RispondiElimina
  10. No, scusate, io sto parlando di Nokia N9, non del modello N900...
    È il N9 quello su cui ho avevo letto di MeeGo portato avanti da Nokia e poi sulle voci di rinuncia a favore di windows.

    RispondiElimina
  11. Io credo che a Google, tutto sommato, non importi una sega che la gente utilizzi Android, iOS o W7: il suo vero obiettivo, ormai raggiunto, è quello di ampliare il mercato della fornitura di servizi - e quindi pubblicità - di cui è il padrone incontrastato.

    Ma per farlo l'unico modo era di creare un "nuovo" settore, quello della telefonia mobile, e renderlo più "popolare" di quanto quei fottuti elitaristi della Apple volessero.

    In questo senso, il rilascio del suo famoso Nexus One, flop di vendite, è stato un successone: il vero "super-telefono", pronto a soddisfare tutti nuovi (?) bisogni creati, e vero big-bang per una guerra tecnologica come non si vedeva dagli anni '90 sui PC.

    In fondo ci guadagnano tutti: produttori di Hardware, che per far funzionare quella ciofeca inefficiente di Android spingono verso vette assurde (Dual Core su un cellulare!?), produttori di software (in particolare i giochi), compagnie telefoniche, altri produttori di S.O.

    Aspetto, ma senza sperare troppo, Meego e il canto del cigno di Nokia.

    RispondiElimina
  12. Attento conoglio.
    Blogspot non e' software libero

    RispondiElimina
  13. Post di sfogo accettato, argomento già trattato più volte sul blog di Idl3 ma fa bene ogni tanto ricordarlo a noob xD

    Detto questo ti comunico che sto postando il commento del mio androide, e grazie a lui posso guardare i porni anche disteso sul mio lettino *_*

    PS: Io speravo in Meego ma la storia ha cambiato il suo corso.

    RispondiElimina
  14. il problema è proprio questo, l'ignoranza della gente che dice android è linux eccetera eccetera
    Io uso con grande divertimento il mio smartphone android, e credo che come SO mobile sia ottimo, ma so bene che non è un SO open, e li, secondo me, sta la differenza

    parlando di troie invece, sono anche io dell'opinione che per quanto google sia brutta e cattiva, è grazie a lei che io ho ora uno smartphone completo e pagato poco

    RispondiElimina
  15. in sunto, non ce l'ho con Android (nonostante il titolo, che doveva essere volgare perché questo blog vorrebbe vincere i macchianera blog spot awards per "il miglior blog andato a puttane", ma questa è un'altra storia).

    Dicevo, questo articolo vuole mettere in evidenza che il problema sta nel capire la differenza tra GNU/Linux e Linux e basta. Tanta gente è convinta che Android sia "open" o "libero" perché ha linux. Quando parlo dei bloggers faccio l'esempio più clamoroso che è quello di Paolo Attivisimo. Se poi uno lo usa o no questo rientra nella sua sfera personale.

    Chi pensa che se tanto avevo il sorgente non me ne facevo niente, che non userei android perché non è software libero o che sono un fanatico (come ho letto altrove in commenti che riguardavano questo post), semplicemente non ha capito niente di quel che ho scritto ed il messaggio non è passato. Pazienza.

    @Teo:
    Attento, questo che hai detto l'ho già scritto nel ps. ;)

    @picchiopc:
    ma quindi puoi vedere i porni senza restrizione? quasi quasi un pensierino...

    RispondiElimina
  16. @Nedanfor
    si meego é libero, bello, su quanti smartphone l'hai visto finora?
    No perché di questo si parla, di os mobili 'liberi' semplicemente non ne esistono tranne maemo, il quale ovviamente ha avuto diffusione nulla (anche perché la fetta di utenti a cui interessa dare apt-get upgrade sullo smartphone é piuttosto irrisoria).

    RispondiElimina
  17. Si però notizie date così alla membro di cane sono fuorvianti (mi riferisco all'articolo "Android è la piattaforma meno aperta su smartphone"); io (e credo molti) ho fatto automaticamente il confronto tra iOs, android e windows phone, invece il confronto è stato fatto tra android, meego e symbian.. e grazie al cazzo XD

    RispondiElimina
  18. Invece non capisco il discorso della chiusura di honeycomb: se volevano chiuderlo temporaneamente perchè è pensato per i tablet e avrebbe fatto 'brutta figura' su un telefono, com'è che è già da un pezzi sui telefoni?

    Minchiata della fede.

    Stando a quello che dicono dovrebbero 'riaprire' il codice con ice cream.. vedremo.

    RispondiElimina
  19. @DaNieL..!
    siccome hai ragione ho cambiato il post scrivendo che è la meno aperta "tra quelle open".

    Tuttavia, non cambia la sostanza o il messaggio che volevo dare. Per me non conta niente che abbia il kernel aperto, se tutto il resto è chiuso la considero pari ad un software closed. Non mi basta che sia Linux, deve essere GNU/Linux per dire che è "open source" o software libero.

    RispondiElimina
  20. @Santiago

    Bhè su questo hai ragione..

    RispondiElimina
  21. Torno qui per dare qualche risposta.
    @Anonimo (n°2) -> Commento #9
    Red Hat è la maggiore finanziatrice di GNOME, unica finanziatrice di Fedora e di codice ne scrive a valanghe: leggile le statistiche sui commit. Neanche a me piacciono molto le aziende, ma quanto meno evito di scrivere cose false o, se in buona fede, sbagliate.

    Quanto al codice: generalmente lo compilo, ma potrei anche leggerlo o studiarlo ed eventualmente tentare di apportare modifiche. Oppure potrei pagare qualcuno che lo faccia (e se ci fosse un pulsante di donazioni per finanziare lo sviluppo di Mesa, non hai idea di quanti soldi ci avrei investito). In più il fatto che sia libero mi dà una tranquillità: un domani potrò usarlo di sicuro, non dovrò pagare nessuno per farlo e nessuna azienda potrà impedirmi di farci quello che voglio (vedi caso Sony in Germania). Poi, onestamente, sarebbero anche cazzi miei.

    @Anonimo (n°1) -> Commento #10-#11
    Dipende. Se non hai interesse a guadagnare sulla vendita di software (Android non si compra, né Google riceve soldi per Android a quanto ne so. Se puoi dimostrare il contrario, scrivi qui) e il tuo guadagno viene veicolato dalla diffusione del software stesso (pubblicità online, nel caso di Google), come potrebbe essere antieconomico?

    Chromium *è* totalmente libero. Chrome è proprietario poiché include il logo colorato (marchio registrato) e Flash Player.

    Sì, sul kernel ero provocatorio.

    L'N9, stando a Nokia, verrà regolarmente distribuito. Poi vedremo e ne riparleremo in futuro, intanto il codice di MeeGo c'è già.

    RispondiElimina
  22. NOTIZIE (l'ho segnalato anche nel post sul Capitalismo 2.0 e il modello open)

    Android non è Open Source, la violazione delle licenze linux potrebbero fermare la distribuzione

    ecco la fonte in inglese: Most Android vendors lost linux license, now stealing software

    in somma sintesi, se non rilasciano i sorgenti sono nella merda (com'è giusto che sia, aggiungerei)

    RispondiElimina

Caro troll. Se proprio devi trollare, fallo con stile: Niente insulti personali, niente giudizi sugli altri, niente ordini. La critica è bene accetta, la merda invece verrà moderata. E ricorda, non bestemmiare, fa come Coniglio: miscredi.