lunedì 12 dicembre 2011

#torinoburning "la famiglia era ossessionata dalla verginità della ragazza"

Strani i rituali degli ultimi tempi. Secoli fa era normale offrire le vergini in sacrificio, ora invece la verginità la si rivuole indietro, e per riavverla il rituale consiste nel brucciare un campo Rom. Per alcuni se ne bruci abbastanza pure la moglie torna vergine.

L'avete vista quella tipica pubblicità italiana in cui una ragazza torna a casa con i capelli scompigliati e dice:

- "babbo dovevamo fare l'albero!!" -
- "scusa figliola, vieni andiamo a farlo, è che ieri ero impegnato a bruciare un campo Rom" -
- "ancora?!" -

E al voce sottile e soffice di una famosa catante che dice: il piacere, di bruciare, insieme.

Ora, a me personalmente preoccupano un paio di cose.

1- Perché una ragazza di 16 anni dice una bugia talmente grossa? Piuttosto che dire di averlo fatto, si inventa di essere stata violentata. Quale pressione avrà sofferto per aver detto questo?

la risposta me la da il tumblr di Ice Age is Coming:



2- E se lo stupro fosse stato vero? come fa notare Metilparaben. Cambiava qualcosa? Erano più giustificati?

No perché a questo punto vorrei farvi notare che Fassino ha dichiarato  “È assolutamente inaccettabile che si dia luogo a manifestazioni di linciaggio nei confronti di persone estranee ai fatti [...]"

Non vorrei interpretare male, ma se non fossero state estranee ai fatti? era accettabile?

Guardiamo le cose da un'altra prospettiva. Dai.

Vergine di 16 anni, famiglia ossessionata dalla verginità, si inventa uno stupro e scatena una caccia all'uomo, con tanto di incendi e casini che fanno spostare intere famiglie. Non è già successo 2000 anni fa?

Oh, una volta almeno davano la colpa di stupro a indiziati non veri, tipo, lo spirito santo.

18 commenti:

  1. Sono abbastanza sicuro, e ci metto le mani di Muzio Scevola sul fuoco (mica le mie!)
    che fassino avrebbe detto parole simili se anche lo stupro fosse stato vero.
    Esempio:
    “È assolutamente inaccettabile che si dia luogo a manifestazioni di linciaggio nei confronti di persone SOLO IN BASE A MOTIVI RAZZIALI/ETNICI ETC."

    RispondiElimina
  2. Anch'io lo credo, e la cosa è parecchio preoccupante. O forse è prevedibile, visto che cose del genere succedono da 2000 anni =P

    RispondiElimina
  3. Ci sono tanti motivi per cui le persone nella storia hanno dato fuoco e fiamme ad abitazioni. Hanno bruciato le case degli ebrei in Russia e in Europa prima e durante la seconda guerra mondiale, Borghezio ha bruciato campi rom perché in preda all'emozione della scoperta del fuoco dopo aver involontariamente sfregato due pietre proprio in prossimità di quel campo, ma non penso sia proprio la stessa cosa paragonare questo finto stupro alla nascita di gesu cristo, vero o finta, reale o simbolica che sia.

    Ovviamente non è mia intenzione fare il criticone gnègnègnè cristianocattolicopraticantefintoconservatoremoralista.

    Allego anche link con un ottima analisi di Gramellini vicequalcosa del quotidiano la Stampa di Torino

    http://www.lastampa.it/_web/cmstp/tmplRubriche/editoriali/hrubrica.asp?ID_blog=41

    RispondiElimina
  4. Chissà perché non mi sorprende che bigottismo+razzismo+ignoranza non portino a nulla di buono.

    RispondiElimina
  5. @joe
    Ma scusa Joe pensaci bene!
    voglio dire, o crediamo che è stata incinta dall'ipotetico o fatidico spirito santo, oppure dobbiamo dedurre che un qualche rom, romano, ebreo, abitante da quelle parte l'ha messa incinta.

    Succede che a quei tempi la verginità forse era vista come un'ossessione, e quindi Erode si incazzo e fecce fare un corteo ai suoi soldati, i quali però spinti dall'odio razzista verso i bambini gli uccisero tutti.

    Poi sempre per lo stesso motivo, cioè per colpa di quella scopata con "lo spirito santo" è nata la religione che provocò incendi in tutta roma, genocidi, guerre di religione. Tutto tutto per un'ossessione della verginità.

    =P

    interessanti i cerchi dell'impotenza.

    RispondiElimina
  6. come fai notare, citando metilparaben, siamo veramente in una brutta situazione se basta così "poco", per scatenare reazioni simili. queste cose accadono perché poco alla volta (con l'esempio dato dalle istituzioni e dal loro braccio armato) è entrato nella cultura popolare l'idea che certe etnie si possano trattare come cavolo ci pare, senza alcuna considerazione. una cosa interessante da notare, che pochi sanno, è che fra i rom, moltissimi hanno cittadinanza italiana, ma nonostante questo, non riescono ad ottenere gli stessi diritti che la legge garantisce a tutti gli altri cittadini (e quando li ottengono, si scatenano le proteste dei "soliti").

    poi, non farei molto affidamento su Fassino... :)

    poi, sulla Madonna... anche facendo passare ai cristiani la loro versione, si potrebbe fargli notare che, dopotutto, trattasi di fecondazione etrologa. :)

    RispondiElimina
  7. @Santiago

    Ma no, penso sia stato Giuseppe magari a metterla incinta.
    Erode ha ucciso tutti i bambini perché gli era stato detto che sarebbe nato il futuro re. Comunque non è colpa dei cristiani se è nato gesu cristo, visto che comunque giuseppe maria e compagnia bella, erano ebrei.

    RispondiElimina
  8. http://en.wikipedia.org/wiki/Media_priming

    a proposito di esempio dato dalle autorità e dai media. :)

    RispondiElimina
  9. tralasciando il discorso sul cristianesimo (sarei di parte e quindi glisso elegantemente XD) il problema non è che erano ROM, quella famiglia secondo me sarebbe andata a dar fuoco anche alla casa vicina, il problema era all'origine, ovvero un ossessione per la verginità. Se fosse stato il coniglio il colpevole, non sarebbe cambiato nulla, gli avrebbero dato fuoco e se lo sarebbero mangiato a colazione

    RispondiElimina
  10. E assolutamente inacettabile che ad una qualsiasi affermazione (vera o non vera), si abbia una reazione violenta e incontrollabile, la rabbia e comprensibile, la violenza no.

    La ragazza e la famiglia con il loro comportamento al limite del fanatismo, hanno scatenato una reazione violenta in individui che non aspettavano altro, che un pretesto per incediare un campo rom, ed il pretesto poteva anche essere : rom scivola su una buccia di banana e uccide bimbo di sette mesi cadendogli addosso, non avrebbe fatto differenza.

    Il problema come al solito e l'ignoranza sorella della miseria, intensa non come povertà o basso livello di studio, bensi come una situazione di ignoranza e poverta interiore creata da non so bene cosa.

    RispondiElimina
  11. Aspettavo il commento di Furio Colombo, osservatore attento di quella che è la deriva europea (occidentale?) da un po' di tempo a questa parte. Non ho altro da aggiungere.
    http://www.ilfattoquotidiano.it/2011/12/14/i-frutti-dellodio/177329/

    RispondiElimina
  12. segnalo anche questo interessantissimo post di Jumpinshark sulla faccenda di ieri in cui un fascista ha sparato a due senegalesi, che per argomento è legata a questa:

    Minisemantica del razzismo (da) quotidiano:
    http://jumpinshark.blogspot.com/2011/12/minisemantica-del-razzismo-da.html

    quel che ne penso al riguardo è nei commenti

    RispondiElimina
  13. Alla società sessuofobica non resta che erigere altari a quell'ente inutile che è l'imene femminile. Tutte le famiglie, derivando dalla "sacra famiglia", sono condannate alla sessuofobia. Come dice Odifreddi: "Naturalmente, non si può pretendere molto di diverso, in un paese in cui la politica famigliare è ispirata a valori predicati da eunuchi che si rifanno agli insegnamenti di una “famiglia” in cui tutti i membri (padre, madre e figlio) erano vergini".

    http://odifreddi.blogautore.repubblica.it/2011/12/09/per-una-procreazione-responsabile/

    RispondiElimina
  14. Ma qualcuno l'ha detto che se una ragazza di una famiglia ossessionata dalla verginità arriva a perderla a 16 anni, siamo messi male? A una famiglia "moderna" e permissiva quando capita? a 12?
    E poi da quanto stavano insieme con il fidanzatino? Alla fine quello è il parametro più importante per una famiglia. Se tua figlia sta un anno con qualcuno, i preliminari sono finiti e, se sono in grado di capire come non rimanere incinta, bisogna lasciarli vivere...
    Certo che una volta era un po' una gara per i maschi arrivare a farlo, ma almeno le femmine opponevano un po' di resistenza. Le prime storie d'amore erano molto belle e creavano un preludio importante e un progressivo avvicinamento alla sessualità. Ora invece vedo delle bambine vestite da troie, che se lo vanno quasi a cercare uno stupro... Alle volte anche in giro con la madre, vestita da troia pure lei :-D

    RispondiElimina
  15. "Ma qualcuno l'ha detto che se una ragazza di una famiglia ossessionata dalla verginità arriva a perderla a 16 anni, siamo messi male? A una famiglia "moderna" e permissiva quando capita? a 12?".

    Prendiamo un paese civile (e non clerico-fascista come l'Italia): l'Olanda. Una DONNA olandese di 16 anni, può sposarsi, abortire senza il permesso di papino e mammina, prostituirsi (la prostituzione è legale), girare film porno (la pornografia è legale), e fare tutto quello che vuole senza sensi di colpa (che precludono alle nevrosi) e senza avere qualche moralista che fa la classica domanda poco intelligente: "Ma non è troppo presto?". In Italia, invece, bisogna ribadire che a 16 anni è normale avere una rapporti sessuali completi, e che casomai il problema lo hanno le famiglie in cui le 16enni abbracciano ancora solo e soltanto l'orsacchiotto di peluche.

    Ma prendiamo un altro paese civile: gli USA. Lì, già nel 1968, l'educazione sessuale era materia obbligatoria nelle scuole: le lezioni erano tenute da ginecologi che illustravano a ragazzi e ragazze tutte le tecniche contraccettive e i rischi connessi alle malattie sessualmente trasmesse. Sapete perchè? Perchè (nel 1968) davano per scontato che i giovani liceali avessero una vita sessuale. In Italia, nel 2011, è proibita dal Ministero della Cultura Popolare (pardon Ministero della Pubblica Istruzione) l'installazione di distributori automatici di profilattici nei Licei. Siamo un paese del terzo mondo, provinciale, gretto, ipocrita, bigotto, razzista (qualsiasi scusa è buona per bruciare un campo rom) e clericale (nel senso peggiore del termine). Avremmo bisogno di gente con gli attributi che aveva Don Milani, ed abbiamo una masnada di pedofili-sessualmente-repressi travestiti da sacerdoti che pontificano su una sessualità che non hanno mai potuto vivere normalmente.

    Un genitore capace di fare il proprio mestiere, dovrebbe incoraggiare i sedicenni a vivere una sessualità libera, responsabile ed informata. Altro che campagne di salvaguardia dell'imene...

    RispondiElimina
  16. http://youtu.be/4x19vy_9aFc

    Qua ci sta Ringo :D

    RispondiElimina
  17. Ricordo un documentario di Frederick Wiseman "High School" (girato in un liceo pubblico di Washington)
    http://www.imdb.com/title/tt0064429/
    in cui proprio si mostrava il lato più moderno dell' istruzione pubblica negli USA del 1968. Le lezioni di letteratura americana in cui si analizzavano sullo stesso piano Hemingway, Kerouac e Simon & Garfunkel (i professori portavano i dischi di S&G a scuola e li ascoltavano e commentavano assieme ai ragazzi). Le aule di teatro (era obbligatorio anche recitare), le aule di danza, le aule di musica, le redazioni dei giornali scolastici (era obbligatorio anche improvvisarsi giornalisti), le lezioni di educazione sessuale (la pillola contraccettiva fu inventata negli USA nel 1953 e più o meno negli stessi anni era disponibile e largamente utilizzata anche la spirale). Ma la cosa che mi colpiva di più erano i neo diplomati che partivano per il Vietnam (a soli 19 anni andavano a guardare in faccia la morte). Dopo molti mesi di fronte, venivano rimandati nei vecchi licei (per evitare che crollassero psicologicamente) e il loro compito era quello di raccontare la guerra agli ex compagni di scuola di appena 16-18 anni. In pochi mesi quei diciannovenni erano diventati uomini: era impressionante vedere un ragazzo di 19-20 anni in divisa, serio come un 40enne, che spiegava come riportare a casa la pelle. Con i professori in lacrime, mentre gli studenti più giovani ascoltavano in assoluto silenzio (l'orrore che li aspettava). Negli stessi anni, da noi, CL proponeva la castità come valore moderno e fondativo della nostra gioventù! E nel 2011 siamo tutti orgogliosi dei Licei del fascista Gentile (modernissimi, certo, negli anni Trenta)! Questo per dire che la nostra arretratezza sessuale e culturale ha radici lontanissime, e probabilmente parte dalle scuole e dall'istruzione pubblica.

    RispondiElimina
  18. New Diet Taps into Innovative Idea to Help Dieters Lose 20 Pounds within Only 21 Days!

    RispondiElimina

Caro troll. Se proprio devi trollare, fallo con stile: Niente insulti personali, niente giudizi sugli altri, niente ordini. La critica è bene accetta, la merda invece verrà moderata. E ricorda, non bestemmiare, fa come Coniglio: miscredi.