giovedì 5 luglio 2012

Alfonso Signorini e lo scoop su UEFI, Fedora e Canonical


«Inoltre - prosegue Signorini - recentemente a Enna sono comparsi strani cerchi nel grano con la forma di Ubuntu, la Distro del Parroco. Non è che Shuttleworth abbia fatto accordi di marketing con gli alieni quando è andato nello spazio? Gomblotto?!»

- Ma Coniglio, questa cosa di Verisign è vera? -
- Sì è vera, basta che ti fai un giretto sulla sua pagina di wikipedia -
- Ma allora dici che c'è un comblotto è che UEFI è stato fatto in accordo con Shuttl... -
- No, non c'è nessun complotto, ho fatto il post in questo modo così attiravo la tua atenzione, e ora che sei qui ti tocca leggerlo tutto. -
- oh, sei il solito burlone... -

Sostanzialmente, i ragazzi di Microsoft hanno deciso che i prossimi pc venduti con Windows 8 - praticamente tutti, dato che Microsoft domina il mercato - porteranno una limitazione a livello base (il famoso UEFI Secure Boot) che impedirebbe di installare altri sistemi operativi nel device, a meno che gli altri sistemi non vengano dotati di una chiave di sicurezza compatibile con il suddetto Secure Boot.

Dovete sapere, a questo punto, che UEFI Secure Boot è una trovata che coinvolge parecchi produttori di PC, e aziende di sicurezza digitali al cui primo posto troviamo Verisign, surrogato Symatec, a cui andranno i soldi delle chiavi di sicurezza.

Non è una trovata così sbagliata, anche perché la Free Software Foundation  ha dichiarato che "il sistema Secure Boot è in sintonia con la visione di sicurezza della FSF". Tuttavia il problema non è teorico bensì pratico, perché così come viene proposto oggigiorno il Secure Boot impedisce l'utilizzo di Software Libero (ringraziamo Microsoft per questo).

Succede così che Red Hat pensa una soluzione che di per sé non è bella, ovvero: acquistano una chiave privata e la rendono disponibile allo scopo che possa essere utilizzata da tutto il FOSS e in questo modo scavalcare il problema.

La soluzione non è bella, perché in fin dei conti sta al gioco di Microsoft che vuole adottare UEFI senza permettere di venire utilizzato con metodi compatibili col software libero. Perché dal punto di vista della libertà dell'utente io sto usando una chiave privata acquistata previo accordo con Verisign e Microsoft.

E la FSF sostiene chiaramente che «incoraggiare i distributori di software libero e gli utenti a fidarsi di Microsoft o qualcun'altra compagnia di software proprietario come una pre-condizione per esercitare le loro libertà è semplicemente una soluzione che non si può accettare»

Ma non finisce qui, perché in tutto il marasma nerd arriva la ciglieggia sulla torta: chi, vi domando, chi poteva fare una proposta ancora peggiore di quella di Red Hat? Lo intuirete già.

Ed è così che Mark Shuttleworth se ne esce dicendo che loro adotteranno una soluzione per tutti. Ma poi viene fuori che il "tutti" per lui sta per "tutti coloro che usano Ubuntu". Anche perché la soluzione di Canonical è simile a quella di Red Hat, tranne che per il fatto che il metodo di Canonical farebbe adottare ai pc con la distro preinstallata le seguenti condizioni: primo, usare EfiLinux, e secondo, niente Grub2.

Ora, niente Grub 2 significa che per il boot Canonical non si avvarrà della licenza GPL v3.0, ma userà una più vecchia, e la critica che viene fatta dalla Fondazione del Software Libero riguarda il fatto che Canonical intanto, voglia fare di testa sua e poi, non abbia ben chiaro il fatto che usare Grub 2 non gli complicherebbe le cose come afferma, infatti le sue paure sono infondate. Ed infine la FSF sottolinea che «nessun rappresentante di Canonical ha contattato la FSF riguardo queste problematiche prima di annunciare la sua politica al riguardo.» Credo che aggiungere altro sia superfluo. Canonical come al solito non si smentisce.

Per quanto mi riguarda sto con la posizione Debian, la quale dopo aver consultato la FSF ha deciso di appoggiare in pieno la petizione che chiede per esplicito che venga data la possibilità installare software libero adottando il sistema Secure Boot, anziché farlo diventare un "Restricted Boot". Per quel che possa servire io ho già firmato e se volete farlo anche voi potete farlo a questo link.

E infine scusate, ma sono del parere di disattivare il fottuto Secure Boot dal BIOS così da non porsi problemi direttamente (diverso e ancora peggiore i dispositivi che non hanno un BIOS e dove questo non si può disabilitare).

Se invece preferisci la posizione Canonical allora non devi fare niente, tu ti metti di spalle e il Parroco dietro di te decide cos'è meglio. La posizione Canonical ha i suoi vantaggi, ad esempio possiamo dedicarci a temi più intriganti, come i developers di Fedora di cui parla Signorini nella foto in alto.

PS: comunque sui cerchi nel grano do pienamente ragione a Signorini, è un accordo di marketing che Shuttleworth ha stipulato con gli alieni quando era andato nello spazio.

46 commenti:

  1. Ah coniglio? Ma che cazzo stai a dì?
    UEFI non è altro che tecnologia che ha scavalcato e superato i limiti di EFI, che era una tecnologia basato su un firmware ( ricordiamo il famoso openfirmware presente sui vecchi apple PowerPC per fare un esempio ) intelligente e facilmente riprogrammabile ed estensibile, una tecnologia avanzata ( per gli anni in cui fu creata ) che però vedeva pochi implementatori.
    Adesso UEFI ne ha preso il posto con una più ampia adozione...
    Tenicamente è secure boot che fa cagare, e come l'hanno implementato... Non UEFI in se ( che pure adesso spopola sulle schede madri, ad esempio io ho Firmware UEFI Asus sulla P9X79 Deluxe ).
    Quello che voglio farti capire è che non bisogna disattivare UEFI, che rimane installato sulla mobo come qualunque bios con l'aggiunta della UI, bensì secure boot...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Domando scusa, in realtà è colpa di Signorini che annebbia la mia mente. Comunque sì io volevo dire che se potrò disattiverò il secure boot, correggo ;)

      Elimina
  2. Fantastico come sempre.
    Anche io sto con Debian e ho firmato la petizione.Da come la vedo io purtroppo in questa situazione si capisce come la frammentazione in certe occasioni sia una debolezza.
    Bisognerebbe che la Fsf o un altro ente/associazione si batta sui problemi comuni a tutto il mondo Linux e che nessuno prenda decisioni di testa sua su problemi del genere.
    Bastava premere per avere UEFi disattivabile facilmente e compatibile con le dietro Linux.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, sai in questo caso per la prima volta penso anch'io che la frammentazione su linux forse giochi un ruolo negativo.

      Elimina
    2. la frammentazione su linux ci consente anche di avere Debian che si comporta in maniera diversa da Red Hat e Canonical...

      Andrea73

      Elimina
  3. Ne fai di casino, eh coniglio?
    Il problema di secure boot non è sui dispositivo che hanno un bios e la possibilità di disabilitarlo, ma su quelli che non hanno bios, e poi Signorini non si occupererebbe mai di storie omosessuali tra adulti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì tipo i dispositivi ARM, ma secondo me Signorini ha un iPhone.

      Elimina
  4. Pur sostenendo anch io la petizione, ritengo però che le soluzioni di Red Hat e Canonical non possano essere giudicate con la motivazione "la FSF ha detto che stanno peccando". È vero che la chiave che RH ha acquistato è figlia di accordi con il lato oscuro, ma si tratta di accordi commerciali che hanno più valore (nel nostro grigio mondo) di tanti altri bei valori. Se poi consideri che RH deve vendere le proprie soluzioni e quindi garantire ai propri clienti che sarà sempre lì pronta soddisfare *tutte* le loro esigenze future, capisci come l'acquisto della chiave era uno passaggio obbligato. Discorso analogo si potrebbe fare per la soluzione di Canonical. Non si tratta di mettersi a PiGreco/2 aspettando il prete, ma di essere pronti al peggio in un mercato dove a comandare è l'impero. My 2 cents ;)

    Saro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Capisco il tuo punto di vista, io però non giudico comunque Red Hat o Canonical "soltanto" perché la FSF li ha "scomunicati", anche perché se fosse per questo la FSF non appoggia neppure Debian per via di scarsi repository che contengono software proprietario :D

      Ho solo fatto un post basandomi sul comunicato linkato dalla FSF che, detto per inciso, è molto ma molto dettagliato ed esaustivo.

      Per quanto riguarda però il discorso sugli accordi commerciali, questi sono sintomo di un mercato che - secondo me - non è pienamente compatibile con il software libero. Ed infatti dal mio punto di vista estremamente sinistroide io quel "mercato dove comanda l'impero" lo vorrei solo nel ricordo. Per questo preferisco la scelta della FSF, perché non cerca un compromesso con Microsoft, ma preferisce lottare per i propri "diritti". Diritti dal punto di vista della libertà che secondo me hanno molto più valore di certi valori commerciali. (credo che su questo punto la vediamo molto diversa, ma non è un problema, almeno non per me)
      Saluti

      Elimina
  5. Il problema si presenta se si usano PC marchiati Windows o Canonical. La soluzione: non acquistateli.
    Il PC non marchiato e con hardware libero esiste (ancora).

    RispondiElimina
  6. AHAHAHAHAHAHAH "due gay tra i dev di Fedora"!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma poi la storia dei campi di grano? secondo me Signorini ha ragione da vendere! :D

      Elimina
  7. coniglio,
    sei poco informato come al solito:

    1) La chiave RH non e' universale nel senso che tu credi. La loro soluzione e' cifrare boot e user space. Questo significa kernel, moduli e driver. La prima conseguenza grave (beh, per molti almeno) e' l'impossibilita' di installare i driver NVIDIA, un'altra e' non potersi compilare kernel/moduli da soli; questo ovviamente a patto di non possedere una chiave certificata tua personale (o disabilitare SB, ovviamente), in quanto le specifiche prevedono per i pc anche questa possibilita'. Capisci che non e' una soluzione adeguata per praticamente tutte le distro. A tal proposito Philipp Kern, Debian Stable Release Manager, non la manda a dire e risponde cosi' a Matthew Garrett:

    What we do care about is getting Linux to run without much hassle. You
    seem to be arguing that we want to provide some sort of security to our
    users while we're at it. But the massive inconvience for all sorts of
    Linux distributions (like Debian, which might only sign some bunch of
    unofficial images[2]) doesn't seem to be worth it, IMHO.

    2) La FSF si incazza, giustamente, perche' vorrebbe che la GPLv3 fosse utilizzata da tutti, cosa che non accade a partile dalla loggia degl'angeli, ossia Linux stesso.

    3) Perfino RH non usera' GRUB2 nudo e crudo (lo stesso Garrett ci sta' lavorando) pressappoco per gli stessi motivi per cui Canonical ha deciso di usare efilinux.

    Canonical, da parte sua, rende tutta questa storia del Secure Boot completamente trasparente, rendendo possibile installare qualunque distro su qualunque pc, come hai detto anche tu, previo uso di efilinux: 0% rotture di palle, 50% stare dietro a MS (in quanto le uniche chivi che passano attraverso MS sono quelle dei loader delle immagini).

    Come vedi hai perso un'altra buona occasione per stare zitto e riposare le dita ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. tieni caro, buona lettura
      http://www.fsf.org/campaigns/secure-boot-vs-restricted-boot/whitepaper-web

      ;)

      Elimina
    2. non contraddice nulla di quello che ho scritto ;)

      Elimina
    3. voglio essere piu' specifico cosi' anche un non tecnico come te puo' capire. allora:

      1) Machines sold as "Ubuntu Certified," preinstalled with Ubuntu, will have an Ubuntu-specific key, generated by Canonical, in their firmware. Additionally, they will be required by the certification guidelines to have the Microsoft key installed.

      PC con chiavi Ubuntu: cifrando solo il bootloader si potra' installare qualunque kernel, modulo o driver, il che significa qualunque distro nella stessa maniera di come avviene oggi. Il SB potra' essere disabilitato (su pc, secondo specifiche) e si potra' quindi installare anche un loader a scelta. Per permettere l'installazione su queste macchine anche di Windows, ci sara' anche la chiave microsoft.

      2) Ubuntu CDs, distributed separately from hardware, will also depend on the presence of Microsoft's key in the machine's firmware to boot, when Secure Boot is active.

      3) Ubuntu bootloader images distributed online from the official Ubuntu archive will be signed by Ubuntu's own key.

      Qui c'e' un po' di confusione. Nelle immagini cd ci sara' un loader firmato con chiave MS. Questo si rende necessario per l'avvio in LIVE del cd (su macchine senza firma Ubuntu). Una volta installato il sistema ci sara' efilinux. Quoto quanto scritto da Steve Langasek, che poi e' anche la fonte della FSF:

      Booting our CDs will rely on a loader image signed by Microsoft's
      WinQual key, for much the same reasons as Fedora: it's a key that,
      realistically, more or less every off-the-shelf system is going to have,
      as it also signs things like option ROMs, and the UEFI specification
      only allows an image to be signed by a single key. This will then chain
      to efilinux signed by our own key (so we don't have to go through the
      WinQual signing process every time we want to make a minor change
      there)

      Dunque una volta installo Ubuntu, la macchina non dipendera' piu' dalla chiave MS, e come vedi, piu' vai avanti piu' fai figuracce ;)

      Elimina
    4. sì, un paio di cosette le contraddice, ma siccome non ho voglia di rileggerlo per trovarle, per me puoi restare del tuo parere.

      A parte il fatto che "Canonical rende tutta questa storia completamente trasparente" è discutibile e non contraddice a sua volta che Canonical stia agendo di testa sua e non abbia contattato la FSF come gli altri.

      Saluti.

      Elimina
    5. ...e per quanto riguarda la GPLv3 e la FSF, ce da dire che questa storia del SB e' la prova della bonta' della GPLv3, in quando creata appositamente per evitare la Tivoization:

      http://it.wikipedia.org/wiki/Tivoization

      Inoltre, molti personaggi si sono espressi su questa faccenda. Georg Greve, presidente di Kolab, in uno scambio di battute su Google+ con Jan Wildeboer di RedHat ha detto:

      GG: What I find interesting in this posting is that it shows GPLv3 works. Essentially it says "No we did not find a way to legally use GPLv3 software to lock down devices and are afraid that when vendors do that we will have to give users the key so they get back in control. I think we can call this a #win ;)

      JW: It works so well that Canonical will drop Grub2 and thus separate itself even more from the rest of the Linux Ecosystem. Yep, a true #win -NOT.

      Ora, che la FSF faccia accordi per non denunciare chi usa GRUB2 lucchettando l'hw, io non lo so'. Che Canonical avrebbe dovuto parlare di possibili accordi con loro, ancora, non lo so. Ma l'unica cosa certa e' che per utilizzare GRUB2 cosi' com'e' ora, le chiavi private che firmano il loader devono essere rese pubbliche per non violare la licenza, e rendere pubblica la chiave privata e' palese un nonsense.

      Elimina
    6. Io ti ringrazio molto per le spiegazioni tecniche, chi ne sarà interessato potrà vederle per capirci meglio.

      Ma lo scopo del post era rendere semplice e riassumere le diverse posizioni, senza entrare nel tecnicismo.

      Tuttavia ciò non significa che io sia poco informato. Anche perché nei punti che sollevi ci sono delle tue considerazioni o giudizi personali, si trovano in mezzo ai dati tecnici. Ad esempio:
      Nel punto 1 dici che "io credo che la chiave di RH è aperta in modo universale" quando in realtà io ho solo distinto che la scelta di RH è più aperta di quella di Canonical. (e questo non lo dico io e basta, c'è scritto nel link della FSF)
      Nel punto 2 dici che "La FSF si incazza" e ne elenchi i motivi, dove vai off-topic parlando di Linux. Non vedo cosa c'entri.
      Nel punto 3 dici che RH non userà Grub 2 "nudo e crudo".

      Ora il fatto è che, oltre a riassumere, io voglio dare un panorama generale del comportamento di RH, di quello di Canonical e di quello di Debian. Non c'è bisogno quindi di sapere che RH non userà Grub2 "nudo e crudo" (e non scriverlo non significa che io non sia informato al riguardo). Semplicemente voglio mettere in luce che Red Hat ha scelto Grub2 mentre Canonical no. E spiegare che forse è perché, come sostiene la FSF, non sono stati consultati da loro.

      Queste sono cose certe perché documentate nel link. Nonostante tu dica "non lo so" o "canonical è completamente trasparente". Cosa che ti ripeto trovo molto discutibile visto che loro rilasciano dichiarazioni una volta che hanno preso la decisione, probabilmente senza neanche consultare la propria comunità. (quest'ultima, al contrario di prima, è una considerazione personale)

      Se mai, quella completamente trasparente è stata Debian.

      Elimina
    7. Ma il punto e' proprio che la scelta di RH non e' piu' aperta di quella di Canonical, e nel documento della FSF non sta scritto da nessuna parte.

      Quello che volevo intendere nel mio primo post e' che il principale problema della FSF sulla strada intrapresa da Canonical e' che useranno un boot loader con licenza in stile BSD, ossia molto ma molto piu' permissiva (o libera, dipende dai punti di vista) della GPLv3, e non appunto la GPLv3:

      Our main concern with the Ubuntu plan is that because they are afraid of falling out of compliance with GPLv3, they plan to drop GRUB 2 on Secure Boot systems, in favor of another bootloader with a different license that lacks GPLv3's protections for user freedom.

      Nella loro logica dunque, usare una qualunque licenza che non sia la v3 e' una limitazione delle liberta' dell'utente:

      Furthermore, addressing the threat of Restricted Boot by weakening the license of the bootloader is backwards. With a weaker license, companies will now have a form of advance permission to obstruct the user's ability to run modified software. Rather than work to make sure this situation does not happen -- for example by enforcing the proper Secure Boot implementation they say they "strongly support in [their] own firmware guidelines" -- Ubuntu has chosen a path which explicitly allows Restricted Boot.

      Ancora, siccome esiste solo la GPLv3, chi non la usa e' cattivo ;)

      Se invece parliamo di liberta' intesa come la intendono altri nel mondo open source, Linus compreso, non essendo interessato alla politica e alla pura filosofia della FSF (e qui il riferimento a Linux che dunque non risulta affatto off-topics), allora e' indiscutibile che la scelta di Canonical sia la piu' libera possibile, per tutti quei motivi che ti ho detto prima a cominciare dal firmare esclusivamente il loader, e non come RH che vuole lucchettare pure kernel e user space.

      "...Semplicemente voglio mettere in luce che Red Hat ha scelto Grub2 mentre Canonical no..."

      Anche qui, ma non e' corretto dire che RH ha scelto GRUB2 e Canonical no. A parte che GRUB2 sara' comunque installato di default da Ubuntu in tutti quei casi in cui il SB non fosse attivo, ma il punto centrale e' che RH non usera' solo GRUB2 per ovviare a questa brutta faccenda del SB, il loro approccio sara' multilivello:

      Matthew Garrett: "Instead we're writing a very simple bootloader[2]. This will do nothing other than load a real bootloader (grub 2), validate that it's signed with a Fedora signing key and then execute it"

      In particolare, questo pre-boot loader e' del tutto simile ad efilinux e si basa (sorpresa) su codice con licenza in stile BSD proprio come efilinux. Come vedi sei disinformato non perche' non vuoi andare sul tecnico, ma perche' non capisci quello che leggi e non puoi dunque avere senso critico quando rielabori i concetti.

      Elimina
    8. "Ma il punto e' proprio che la scelta di RH non e' piu' aperta di quella di Canonical, e nel documento della FSF non sta scritto da nessuna parte."

      Ah ho capito, quindi lo dici te. Mi fido allora...

      Io ho fatto il post basandomi sul documento della FSF, ti ringrazio per le aggiunte ma avendo letto solo quel documento e altri post, le tue "informazioni" non le sapevo.

      PS: a me del significato di "libertà" che ha Linus Torvalds non me ne frega poi tanto. So bene come la pensa. Qui quando parlo di libertà dell'utente intendo quella a cui fa riferimento la FSF, credo sia superfluo farlo notare.

      Elimina
  8. Non capisco il risentimento del "signor Anonimo" degli ultimi commenti; comunque la si vede con questa storia la stiamo prendendo in quel posto tutti ed invece di incazzarsi in massa e fare una class action contro Microsoft, stiamo qui a disquisire sulle chiavi che comunque saranno controllate da Microsoft.
    Canonical, come dice Santiago appunto, non si smentisce infatti si sta muovendo per salvaguardare i propri interessi aggiungendo alla chiave Microsoft anche una chiave Canonical per i PC "certificati Ubuntu".

    Preparatevi a fare da portachiavi.

    RispondiElimina
  9. è bello quando chi commenta non ha letto mezza riga di quanto sopra detto.
    Antonio, prima di dare aria alle gengive leggiti tutta la discussione e magari informati pure te da altre fonti senza prendere per vero quanto detto da un blogger.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Antonio, prima di dare aria alle gengive leggiti tutta la discussione e magari informati ecc, ecc..."

      sai cosa non è bello invece?
      uno come te che viene a dare degli ordini. D'altronde le tue fonti sono quelle dette da te perché come hai ammesso nel documento della FSF non c'è scritto.

      Sei bravo. Arrivi qui con i tuoi suggerimenti e i tuoi verbi imperativi, poi sostieni che il troll sia io, e ora dici ai lettori di "non dare aria elle gengive". Ti commenti da solo. Ma non avevi detto "passo e chiudo"? (non c'è bisogno che tu risponda, è una domanda retorica)

      Elimina
    2. @Anonimo con l'ulcera
      Perché secondo te Canonical prende altre vie rispetto agli altri e non discute con RH e la FSF in primis sulla questione ?

      Elimina
    3. Vedi anonimo, qui tu puoi dire quello che vuoi, e io posso moderare altrettanto.

      Vorrei però chiarirti una cosa che forse non hai capito, e te lo dico nel modo più franco possibile: io me ne fotto di quello che pensi.
      Me ne fotto di uno che arriva qui a scrivere degli ordini o degli insulti velati, esordendo con "prima di dare aria alle gengive" o "hai perso un'altra buona occasione per stare zitto e riposare le dita", ecc, senza un minimo di intenzione dialettica. Mi fai solo perdere tempo.

      Certp, puoi giocarti la carta dell'anonimato e dire che non sei la stessa persona (strano comunque, due persone diverse che commentano qui all'una o alle 2 del mattino sullo stesso argomento..), potete essere 3 o 4 persone diverse, ma ai miei occhi sarai sempre un commento anonimo con modi da troll.

      Grazie per il tempo che mi dedichi, accresci solo il numero di commenti, che - come disse una volta l'amico Sciuscia - sono solo pompini all'admin del blog.

      PS: ti avevo detto che non c'era bisogno che tu rispondessi.

      Elimina
    4. @Antonio 07/07/12 13:05

      Il punto e' che proprio Canonical e RH lavorano insieme da molto tempo all'interno del gruppo dello UEFI. Il 3 novembre 2011 Matthew Garrett di RH scrive:

      As people have probably noticed, last week we published a white paper on the UEFI secure boot issue. This was written in collaboration with Canonical and wouldn't have been possible without the tireless work of Jeremy Kerr. It's the kind of problem that affects the entire Linux community, and I'm glad that we've both demonstrated that being competitors is less important than working together for the benefit of everyone.

      Quel Jeremy Kerr e' un dipendende Canonical, e come vedi non c'e' nessuno che lavora da solo e fa' l'antipatico ;)

      Se alla fine Canonical ha scelto una strada diversa da quella di Red Hat e' per tutti quei motivi che ho spiegato fin qui, e che mi sembrano piuttosto incontrovertibili.

      Il problema e' la comunicazione, che spesso viene lasciata in mano a dei troll, locali ed internazionali. Non sono molti, ma come si dice in questo caso, fanno molto rumore. Per quanto riguarda la FSF, mi sembra di aver argomentato bene e con chiarezza cosa scrive in quel comunicato. La FSF porta avanti il suo lavoro, e giustamente vorrebbe che tutti usassero la GPLv3, cosa che non avviene, e per scelta, e per impossibilita' come in questo caso. A questo proposito vorrei ribadire ancora una volta il concetto: la GPLv3 obbliga a rendere pubblica la chiave privata, punto. Se poi stringono accordi con societa' come RH per auto-infrangere la loro stessa licenza, capisci che e' tutto un'altro discorso, tanto piu' che Steve Langasek premette quanto segue:

      So, the bad news first: at this point, we are not planning to use GRUB 2
      by default on systems with secure boot enabled. As a search through its
      ChangeLog will show, we've put a considerable amount of upstream
      development effort into GRUB 2 and we hope to carry on doing so, so this
      wasn't an easy decision.

      Come vedi il massimo della trasparenza, e dell'onesta'.

      X

      Elimina
    5. "Vedi anonimo, qui tu puoi dire quello che vuoi, e io posso moderare altrettanto"

      mai detto che non puoi moderare

      "Vorrei però chiarirti una cosa che forse non hai capito, e te lo dico nel modo più franco possibile: io me ne fotto di quello che pensi. "

      Finche' te ne fotti di quello che penso io di te, fai benissimo. Il punto e' che tu te ne fotti della realta' dei fatti. Parli di cose che non conosci, sono anni che scrivi stronzate ;)

      "Me ne fotto di uno che arriva qui a scrivere degli ordini o degli insulti velati"

      in questa piccola frase sei riuscito a scrivere due falsita' 1) non ho dato ordini a nessuno, non ne do mai a nessuno (: 2) gli insulti non sono velati, ma molto espliciti (;

      D'altra parte e' normale, sei il re della polemica (qui, su g+, e su svariati altri siti, forum e blog...) credo che dovresti aspettartelo qualche insulto (oh, sempre sul virtuale e', non mi azzarderei mai ad insultare la tua persona)

      "esordendo con "prima di dare aria alle gengive" o "hai perso un'altra buona occasione per stare zitto e riposare le dita", ecc, senza un minimo di intenzione dialettica"

      beh questa e' grossa, se non ho intenzione dialettico, dopo aver scritto (argomentando ampiamente) tutto questo fiume di parole...

      "Certp, puoi giocarti la carta dell'anonimato e dire che non sei la stessa persona (strano comunque, due persone diverse che commentano qui all'una o alle 2 del mattino sullo stesso argomento..), potete essere 3 o 4 persone diverse, ma ai miei occhi sarai sempre un commento anonimo con modi da troll."

      si questo e' un problema, dovevo firmarmi fin dall'inizio
      [cmq e' da troll dare del troll a chi ti accusa a sua volta di esserlo :)]

      "PS: ti avevo detto che non c'era bisogno che tu rispondessi."

      nessun problema, finche' non me lo vieti, continuero' a farti notare ogni stronzata che scrivi,
      ciao :)

      X

      Elimina
    6. ne perdi di tempo qui anonimo.
      a Antonio non gli hai detto cosa fare, no?
      poi il fatto che mi dica che le mie sono stronzate per fortuna è un tuo parere personale.
      Anche perché quando ti faccio notare i "fatti" di cui parli tu non riesci a negarli. Puoi solo aggiungere dei "però" e dei "non c'è nel file del FSF".

      Elimina
  10. Gradirei parlare con qualcuno di cui conosco almeno il nome.
    Detto questo: hai riportato un episodio di Novembre 2011; non so su cosa hanno discusso ma mi sembra che si siano prese strade completamente differenti e cioé RH ha optato per una scelta (per quanto discutibile) che andasse bene anche per le altre distro, Canonical invece NO e lo ha anche confermato con la scelta di una chiave Ubuntu e di NON usare Grub2.

    Perché non Grub2 ? Lo scrivi tu stesso: "la GPLv3 obbliga a rendere pubblica la chiave privata, punto. Se poi stringono accordi con societa' come RH per auto-infrangere la loro stessa licenza, capisci che e' tutto un'altro discorso"

    Le scelte fatte NON vanno a genio a Canonical quindi se le cambia; le scelte prese da Canonical non vanno bene per le altre distro ma non gliene frega nulla!

    Gli approcci di RH e Canonical sono completamente differenti. Tra i due, quello di Canonical è quello nettamente meno condivisibile.

    SI LAVORA INSIEME PER RAGGIUNGERE UN PUNTO DI ARRIVO CHE VADA BENE PER IL SOFTWARE LIBERO, NON PER LA SOLA CANONICAL.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Antonio, io non capisco, dopo tutto quello che ho scritto, dov'e' che tu capisci che la chiave Ubuntu ed efilinux non vada bene e per il software libero e per le altre distro. Semmai e' l'esatto opposto, BSD e' la licenza piu' libera che esista, decine di software liberi che potresti usare tutti i giorni su internet e sul tuo PC, qualunque distro tu usi, hanno una licenza in stile BSD, ed ho anche riportato cosa ne pensa Philipp Kern, Debian Stable Release Manager, sulla scelta di Red Hat.

      X

      Elimina
    2. "BSD e' la licenza piu' libera che esista"

      ah bello poi le stronzate le sparo io. :D

      La FSF sostiene che Canonical non si è consultata con loro. Dato di fatto. Poi tu forse insinuerai che la "BSD è la licenza più libera" e quindi va anche bene che Canonical non si consulti con la FSF, ma fortunatamente questa sarebbe una tua opinione.

      Per me la GPL3 è la licenza più libera che esista. Il post riporta e condivide l'opinione della FSF.

      Elimina
    3. se è vero che Canonical non ha contattato la FSF per le sue decisioni,allora forse il suo comportamento non è 'trasparente e onesto' come sostiene anonimo X

      Joe

      Elimina
    4. @Anonimo08/07/12 20:13

      non c'era alcun bisogno di contattarla, la v3 parla chiaro, altrimenti la licenza migliore la scrivo io, e recita: "questa licenza decido io per chi e come funziona"

      X

      Elimina
    5. hahahaha

      Ho appena inviato una mail alla FSF per dirgli che non dovevano scrivere quello su Canonical, infatti sul mio blog X ha detto ben chiaro: "non c'era alcun busogno di contattarla"

      Quindi è così che tu "dimostri" i fatti di cui parlo, io dico solo che FSF ha evidenziato come Canonical non li abbia contattato, ma per te non c'è alcun bisogno di contattarla.

      Auguri anche a te :)

      Elimina
  11. "Coniglio sei ... blablablabla" (un'altro dei tanti giudizi)

    X, non sei benvenuto qui. Te l'ho detto, uno che arriva qui a scrivere degli ordini o degli insulti velati, esordendo con "prima di dare aria alle gengive"/"hai perso l'occasione per stare zitto"/"non sei informato come al solito", ecc si è già giocato il mio rispetto.

    Non so se è chiaro il concetto, ma qui non ti lascerò dire quello che ti pare. Levare le tende. Togliersi dal cazzo. Altrimenti perdo tempo.

    In serenità.
    Stammi bene :)

    RispondiElimina
  12. Apriamo una campagna di boikottaggio a microzozz ?!? ...in "amicizia"...

    RispondiElimina
  13. Pretty nice post. I just stumbled upon your weblog and wished to say that I've truly enjoyed browsing your blog posts. In any case I will be subscribing to your feed and I hope you write again soon!

    my site individual health insurance plans
    my site - individual health insurance

    RispondiElimina
  14. Incredible! This blog looks just like my old one!
    It's on a entirely different subject but it has pretty much the same layout and design. Outstanding choice of colors!

    my website: pregnancyhelper.in

    RispondiElimina
  15. This text is invaluable. Where can I find out more?

    my web blog: lloyds pharmacy

    RispondiElimina
  16. Provided it arrives nicely dry, include . Lots of hassle-free gifts not unlike dog pens, notepads, on the other hand social bookmarks.
    How the organizing process of perfect tea is a whole lot more hard to
    do than only peppermint toy tea to have, therefore it is not quite as irresistible to lovers for many your home kitchen,
    also peppermint tea is frequent utilised in small restaurants thereby.
    Regularly eating Oolong tea benefits within just great
    varies can guide you to fight health problems of various variations.
    Also, they announced cup of joe may be able to prohibit actual
    many forms of cancer.

    Feel free to visit my blog post ... coffee maker programmable thermal carafe

    RispondiElimina
  17. Financial institutions install the to choose preperances to prevent a new fastidious
    young child levels given that they should certainly presently have felt a lot of the goods consumed.
    The merchandise works best for lowering, mashing snowfall, blending, sporting, liquefying, fascinating but also pureeing.
    Masticating blenders work with a tremendously distinct matter.


    Also visit my blog ... blenders food processors Reviews

    RispondiElimina
  18. To take some fruits or vegetables is extremely therapeutic
    for our own bodies very are supported by the a must health supplements.
    When you ever think about pulp in becoming a "debris item" rrnside your fruit juice, this Breville
    900 Watt Changing Speed Juice extractor could be fix for your problem.
    All aspects of my work might be particular. Why not try these essential the
    best way to help your fruit juice food due to juice machines.
    I really hope want you'll be finished reading through your, you'll one step in advance
    when dealing with find the appropriate mixer for yourself.
    Display more effective electric motor it does not necessarily extreme heat just as
    easily should preparing double merchandise.


    Feel free to visit my website - blender blade replacement black and decker

    RispondiElimina
  19. A great number of pure mindset perhaps may be packed
    with vitamins and minerals, supplements and
    simply meat, that must be present points deparately needed for increases and as
    a consequence creative functionality while using the body of
    a human technological know-how. They're recyclable exact attracted to that which juicing items which possess a minimum deliver, use one you're forced to fluid more greatly fresh fruits and / or maybe vegetables or
    you'll just be need supply consuming water; the inside a unexciting try out. A lot will also be is it dishwasher safe. Since I do use, I have found proteins are required for healthy your muscles thinking that very protein is what exactly is a I need.

    Stop by my web site :: Ultra Bullet Juicer

    RispondiElimina
  20. My researchers have made it easy to all of us comprehend that a few mom and father move their children off the
    food preparation or perhaps regularly in their accommodation so that you can end his or
    her's malbox once try combine the actual healthy smoothie as well pure sauces. Nowadays, they are yet to shown to be both creative and simply functioning. Healthy Protein Fun time To I do mix berries, fact : blueberries, granola, flax seed, yogurt and as well whey throughout blender. He can are more got a chance to by simply or perhaps web sites, from where the man pays for the usage Vita mixer 3d models effectively knowledge about technology visualization. Meriting $230-$300.

    Here is my web blog; best blender reviews

    RispondiElimina
  21. Think about the digital naturel relating to microwave
    ovens and ensure you don't tv show your current making food, setup i would say the minutter, search for a cooking assortment at the purchasing chicken wings by using faster way preset calls to manage simply obligations. You could potentially assume that experiencing may classy technology is difficult to grasp, even so cooker is actually very effortless perservere. Valued clients offered huge congraulations to do this highlight determined it truly worthwhile. Which strategy really only that I completed hybrid originating from a several recipe I discovered internet-based. to Any good box named the cuisine slot provided in order to smoke household goods shortly.

    My website :: convection ovens gas vs electric

    RispondiElimina

Caro troll. Se proprio devi trollare, fallo con stile: Niente insulti personali, niente giudizi sugli altri, niente ordini. La critica è bene accetta, la merda invece verrà moderata. E ricorda, non bestemmiare, fa come Coniglio: miscredi.